Spargi la voci

Giudicanti.

  • Ciao.

    Tu, che scruti cercando passaggi

    nella speranza di discriminare,

    che dei miei pensieri cerchi fiele.

    Tu, che nelle mie parole non vedi quiete

    e nel fango delle tue ombre sguazzi ansia,

    morto in un autoritratto di brezza inquieta

    nel mentre interroghi l'ombra di te stesso.

    Ai tuoi interrogativi lascio senza  dubbio

    la tua incertezza nel tuo dolore del non sapere

    se morire nel tuo stesso non saper vivere....


Commento

0 commento