Spargi la voci

Rumore

  •  

    E' come se una prigione si costruisse da sola intorno a te.
    Ti ci trovi dentro e non te ne accorgi, non sai che sta crescendo e le pareti diventano sempre più spesse.
    Piano piano ti abbraccia, ti accarezza, ti bacia, ti sussurra e poi t'imprigiona.
    E' così subdolo e attraente che nemmeno sai che ti sta ingannando.
    Finchè non ti accorgi che anche il minimo rumore t'infastidisce, ti rende nervoso, ti spaventa.
    Diventa così assordante che senti persino i tuoi pensieri che grattano e che sibillano.
    Il silenzio è come un urlo che ti strappa grida di dolore tanto preme sulle tue orecchie.
    Fa male ad ascoltarlo e fa male a parlargli, perchè ti ascolta e ti ammalia.
    Il silenzio è come sei tu, dentro, nel profondo.
    Eppure in qualche modo lo cerco e scendo, scendo fin dentro a quel buio senza rumori.
    Fa male... troppo male.

     

    Un soffio d'anima e che il lupo sempre vi protegga


Commento

0 commento