Spargi la voci

wwwwwwwu.........

  • Non parlo di carezze o di lingue che giocano,

    di tutta quella forza che troviamo dentro all’improvviso mentre ci muoviamo come se non facessimo altro da una vita intera.
    Non parlo di piacere assoluto,di qualcosa di proibito,

    delle mie gambe intorno al tuo bacino, dei miei piedi che si posano piano sulla tua schiena.

    Non parlo di quando proprio non dovresti, eppure mi tocchi e te ne freghi, né di quando diventiamo un po’ troppo erotici per il mondo e ci tocca nasconderci in camera.

    Non parlo di quando mi sfiori il collo, mi chiedi di avvicinarmi e mi sussurri che forse è ora di andare a fare l’amore, ché tu non ce la fai più.
    Parlo solo di un bacio, di quel bacio che viene dopo qualche bacio, ogni volta che ci vediamo.
    Il primo è sempre un po’ così, imbarazzato.

    Poi ci ritroviamo più vicini e ci baciamo di più, e mi sembra che tu entri dentro di me, tanto che forse inizio a fare qualcosa che potrà sembrare strano, e di certo quasi impercettibile: ti accolgo.
    Ogni volta in cui ti vedo, dopo tutti i giorni passati lontana da te, mi apro e ti accolgo. E non sono nuda, e non arrossisco.
    Ho voglia di far l’amore con te con un bacio, e lo so che hai capito cosa intendo, lo so.”

    (Susanna Casciani – Meglio soffrire che mettere in un ripostiglio il cuore)

     

    1467197_621785324551645_1631788746_n

     


Commento

0 commento