Spargi la voci

ACCETTA IL CONSIGLIO.......

  •  

     

     

    Oppure pensateci (tanto è lo stesso).
    Se ci pensate troppo scompaiono subito.
    Bellezza e gioventù le capirete solo una volta appassite,
    Dicono i saggi. Ma non vi illudete troppo.
    Tra vent’anni guarderete le vostre vecchie foto come dei santini:
    le adorerete in ginocchio.
    Quante possibilità avevate e che aspetto magnifico,
    Non eravate per niente grassi come vi sembrava.
    Niente pancie. Ma questo è il consiglio:
    la pancia non esclude l’erotismo.
    Guardate Socrate: pancione e grande amatore.
    Non preoccupatevi del futuro,
    oppure preoccupatevene, fate voi.
    Fate una cosa quando siete spaventati. Cantate.
    Il canto è esistenza.
    Non siate crudeli oppure siatelo ma solo un pochino.
    Lavatevi bene i denti! Pulite, strigliate il vostro corpo…
    Non perdete tempo con l’invidia…
    I Greci però l’apprezzavano
    e la attribuivano anche agli Dei: tenetene conto.
    Guardate con terrore la ragazza accanto:
    un giorno potrebbe essere vostra moglie.
    E voi ragazze guardate con orrore
    quel giovanottone che siede accanto a voi:
    un giorno potrebbe essere vostro marito!
    Ricordate tutti i complimenti che ricevete.
    Scordate gli insulti ma non tutti.
    Conservate quello che vi è piaciuto di più.
    Conservate le vecchie lettere d’amore. Che ridere!
    Non sentitevi in colpa se non sapete cosa fare della vostra vita.
    Le persone più interessanti che conosco,
    a ventidue anni non sapevano che fare della propria.
    Ma anche dopo.
    Forse vi sposerete, forse no.
    Ma se non vi sposerete non potete divorziare: pensateci.
    Godetevi il vostro corpo, usatelo in tutti i modi che desiderate.
    Si, anche in quello…
    Ballate!
    Anche se il solo posto che avete per farlo
    è il soggiorno di casa vostra.
    Leggete “Così parlò Zarathustra”
    ma tappategli prima la bocca.
    Anche lui dà consigli. O lui o me.
    Leggete ogni genere di istruzioni ma non eseguitele.
    Fatelo con i medicinali: prima buttate le istruzioni,
    poi i medicinali.
    Cercate di conoscere bene i vostri genitori.
    Non potete sapere quando se ne andranno… 
    Datevi da fare per colmare le distanze geografiche
    e gli stili di vita.
    Vivete a Canicattì ma lasciatela prima che vi indurisca.
    Vivete a …………
    ma lasciatela prima che vi rammollisca.
    Siate cauti nell’accettare consigli,
    e pazienti con chi li dispensa.
    Accettate quest’ultimo consiglio:NN ACCETTATE MAI CONSIGLI.;)


     

    WEB

        

     

     
     
     

Commento

23 commento
  • myr0
    myr0 a me piace questi passaggi :...  altro
    il 22 giugno 2014 - 2 like this
  • venntoo
    venntoo eh si pep,propio quella ma anke quella prima.Sai io fino a 5 anni ho vissuto kn loro,e rikordo ke mi svegliavo la mattina scendevo dal letto,e korrevo a naskondermi dietro la porta e li guardavo in kucina mentre parlavano e bevevano il kaffe insieme,poi m...  altro
    il 22 giugno 2014 - 2 like this
  • pep48
    pep48 sono momenti indimenticabili....pure io ricordo tutto della mia infanzia..
    il 22 giugno 2014 - 2 like this
  • venntoo
    venntoo quando e korta l infanzia li rikordi ankora di piu i momenti belli ...
    il 22 giugno 2014 - 2 like this