Spargi la voci

Errare è umano, perseverare è...inevitabile

  • “Errare humanum est, perseverare autem diabolicum”, dicevano i latini per attenuare una colpa o un errore, purchè sporadico e non ripetuto nel tempo. L’aforisma significa anche che, in genere, si dovrebbe imparare dai propri errori per non ripeterli in futuro.

    Ma ci sono situazioni in cui commettere un errore è inevitabile, anche le esperienze passate non bastano per evitare di sbagliare e, in queste situazioni, sbagliamo consapevolmente: non si tratta di accettare un rischio in maniera consapevole, bensì di agire con la consapevolezza di sbagliare, con la certezza di commettere un errore.

    Ecco, proprio quell’errore rappresenta la nostra essenza, la nostra unicità, noi siamo quell’errore e lo ripeteremo dieci, venti, cento volte, sempre e per sempre, perché se è vero che sbagliando si impara, è altrettanto vero che nessuno può negare sé stesso andando contro la propria natura.


Commento

0 commento