Spargi la voci

Tag del blogger

La realta'..oltrepassando il confine di un sogno.

  • Dopo mesi di lunga attesa venne il giorno dell'incontro ,

    malgrado molti bastoni fra le ruote riusci ad andare da lei

    divorando chilometri di autostrada, ma erano nulli a confronto

    il piacere di vedere lei,appena arrivai nel luogo dell'incontro

    ero li in auto a aspettare lei,fumando una sigaretta dopo

    l'altra,con molti se e molti ma ,che invadevano nella mia  mente,

    emozionato come un ragazzino che aspetta con ansia qualcosa di  bello, ma che tema che qualcosa possa accadere e  privarlo di  quella gioia cosi tanto attesa,

    finalmente vidi lei,vidi arrivare lei rimasi per un po' li  immobile,guardandola mi domandavo "sogno o son desto" era come

    il sole del mattino che ti da luce e calore.

    Ci fermammo in un bar per fare colazione ,ma io non smettevo

    di guardarla,ancora non ero convinto se tutto cio' stesse  accadendo a me,e dentro mi aumentava sempre piu' il desiderio

    di baciarla di stringerla a me.. di amarla,parlammo un po' del  piu' e del meno fumando qualche sigaretta ..fui tentato di

    accarezzare la sua coscia un po' scoperta dalla gonna che  indossava, lei mi prese la mano accarezzandola

    con molta delicatezza.Mi resi conto che non ero solo io ad  ammirare la sua bellezza e il suo fascino,pure una commessa in  un negozio ci disse "complimenti siete una bella coppia e  coplimenti alla signora è molto bella",ma scropri rapidamente

    che la sua bellezza non si fermava li,

    ma la sua bellezza interiore era immensa,

    celata dal suo carattere un po timido un po' sulle difensive...  molto ribelle,

    dall'incertezza se l'uomo che era davanti a se era realmente  l'uomo che aveva imparato a conoscere in tutti questi mesi di  frequenza... ma non cosi intima...

    sognavo da tempo questo momento.. si lo sognavo,pensavo non  arrivasse mai questo giorno,

    ancora non ci credevo fosse vero "tu e io"..li

    a guardarci negli occhi provando a leggere o percepire le emozioni che essi esprimevano,anche se la mia mente era  piena di pensieri preoccupazioni e stanchezza che predominava  il mio stato d'animo,nulla mi distoglieva  dal desiderarla,e  mentre  era nel balcone ad ammirare il paesaggio,era li e  dentro di se ardeva dal desiderio di me,io lo sentivo,e dentro  me era sempre piu' forte la volglia di possederla.mi avvicinai  a lei, e poggiando il mio torace alla sua schiena e

    l'abbracciai,.. e  mentre l'accarezzavo, la baciai sul collo,

    si abbandonò a me con passione repressa,la portai con  delicatezza sul letto , ma lei sembrava gia decisa cosa voleva,

    facemmo l'amore .. piu volte,la sua bocca ebbe il predominio su  " quasi"tutto.

    quel giorno cosi magico stava per concludersi..decidemmo cosi  di cenare in un locale carino ,

    fu li che commisi un grave errore.. gia' il cellurare acceso,

    ricevetti nel momento meno opportuno una telefonata poco  gradita,mi recai fuori dal locale per discrezione e non  infastidire lei,duro' per dieci minuti quella telefonata

    mi rese parecchio nervoso,ma il peggio non era

    questo,il peggio fu guardare lei li da sola nel tavolo,

    la guardavo da lontano e si capiva che le avevo rovinato

    quel momento magico che si era creato fra noi,non sapevo cosa

    fare.. cosa dire era molto arrabbiata con me ,e aveva ragione,

    anch'io mi sarei arrabbiato al suo posto,lasciammo la cena li

    sul tavolo dopo aver assaggiato solo qualcosa, ma il nervosismo

    aveva tolto l'appetito ad entrambi,siamo rientrati .. senza una  parola fra noi,io usci nel balcone a fumare una sigaretta,

    sia per il nervorso che non mi mollava e sia perche' pensavo

    non volesse piu' parlarmi,ma come al solito mi sbagliai, andai  sul balcone a fumare,dovevo come dire scaricare un po di  tensione accumulata quella sera,pensai che non mi avrebbe  degnato nemmeno piu di uno sguardo,ma come spesso poi mi é  successo,mi sbagliavo,lei era li che mi osservava,mi disse   "non vieni a letto?"

    Mi sono sentito tutto ad un tratto come dire..un emozione  intensa dentro, ritornare in me il sorriso ...rientrai,lei era  li a letto quasi assopita,mi coricai abbracciandola..e cosi  dormimmo..risvegliandoci solo la mattina dopo..    dalla passione che sembrava non volersi esaurire mai.

    potrei scrivere molto altro ancora, ma credo basti dire che

    ho vissuto e vivo ancora oggi, e incontrato una donna  fantastica, la donna che ogni uomo vorrebbe al suo fianco,

    ma una donna che non tutti posso avere, se non vedono cio' che

    una donna é dentro di se,non fermandosi soltanto all'aspetto

    esteriore, capire la sua anima la sua mente,il suo cuore,

    e non la taglia del suo reggiseno o che tipo di intimo indossa.

     

                                                                      (racconti dal web )

     

     

     

     

     

     

     

     

     


Commento

2 commento