Forum Quelli di ciao aMigos... Altro.......
  • Topic: ipocrisia haiti

    Torna ai Topics
    (0 rates)
    • 17 gennaio 2010 14.02.50 CET
    • ipocrisia haiti

          

      leggendo qua e la':

      Sconvolto dagli effetti apocalittici del terremoto di Haiti, sono andato in cerca di informazioni per scoprire com'era la vita nell'isola, fino all'altro ieri. Ho appreso che l'ottanta per cento degli haitiani vive (viveva) con meno di un dollaro al giorno. Che il novanta per cento abita (abitava) in baracche senza acqua potabile né elettricità. Che l'aspettativa di vita è (era) di 50 anni. Che un bambino su tre non raggiunge (raggiungeva) i 5 anni. E che, degli altri due, uno ha (aveva) la certezza pressoché assoluta di essere venduto come schiavo.

      Se questa è (era) la vita, mi chiedo se sia poi tanto peggio la morte. Ma soprattutto mi chiedo perché la loro morte mi sconvolga tanto, mentre della loro vita non mi è mai importato un granché. So bene che non possiamo dilaniarci per tutto il dolore del mondo e che persino i santi sono costretti a selezionare i loro slanci di compassione. Eppure non posso fare a meno di riflettere sull'incongruenza di una situazione che - complice la potenza evocativa delle immagini - mi induce a piangere per un bambino sepolto sotto i detriti, senza pensare che si tratta dello stesso bambino affamato che aveva trascorso le ultime settimane a morire a rate su quella stessa strada. Così mi viene il sospetto che a straziarmi il cuore non sia la sofferenza degli haitiani, che esisteva già prima, ma il timore che una catastrofe del genere possa un giorno colpire anche qui. Non la solidarietà rispetto alle condizioni allucinanti del loro vivere, ma la paura che possa toccare anche a me il loro morire. 

       
      ...scossa di coscienza

       

    • 17 gennaio 2010 15.09.05 CET
    • ipocrisia haiti

      vedi,nei terremoti akkaduti,in italia

      c'erano,morti sotto le macerie...

      la differenza kon i paesi afrikani è,

      cio ke era prima della tragedia...

      qui si dormiva nella kasa in un letto,

      si avevano molte komodità insomma,

      un buon punto di fortuna direi...

      li no,il prima tragedia,era gia drastiko...

      la nostra fortuna è quella di esser nati qui,

      nn abbiamo bambini ke muoiono di fame,

      nelle nostre kase italiane...mà abbiamo

      un anzino ke muore di freddo alla stazione,

      o cerka ,ankora oggi cibo tra i rifiuti...

       

      spesso si dice,i soldi nn arrivano x gli aiuti,

      oppure anke il cibo,nn arriva...

      mà nel dubbio è meglio fare,o dare,sekondo mè...

      poi sai,nn si puo arrivare dapertutto...e in quel kaso

      evitare lo spreko,portando il pensiero a loro...

      è cmq uno skiaffo morale,in meno.

      fare delle polpette di karne,kon pane raffermo,è

      buona kosa,anzikè komprare il pan grattato al supermarket,

      nn strakolmare i bikkieri di acqua a pranzo o cena,fà in modo

      ke nn si butti via quel goccio d'acqua ke spesso avanza...

      a volte basta anke komprare mezzo kilo di frutta o

      verdure in meno,kosi kè nn si butta xkè marcisce...

      x nn parlare,degli spreki nelle skuole...

      skaldare la sera o il giorno dopo quel piatto di pasta,ke

      avanza,anzikè buttarlo...far crokkante il pane del giorno

      prima,in forno,anzikè averlo bello fresko tutti i giorni....

      già se partissimo dalle nostre kase,sarebbe solo

      un buon pensiero alla miseria altrui...mà gia pensarci

      nn è poko,xkè in fatti e azioni in fondo ,da qui

      poko si puo fare...in quei luoghi servono braccia,e

      aiuti fisici...

      uno skiaffo morale,alla miseria...purtroppo lo

      si kompie spesso ,eccedendo in tutto...

      ciao merk

       

       

    • 17 gennaio 2010 16.46.14 CET
    • ipocrisia haiti


      Di haiti al mondo ne esistono moltissime purtroppo, quando succedono catastrofi cosi', la mediaticita' le riporta alla ribalta per tutti quei profani che non sanno o che fanno finta di non sapere.......Penso che, come tutte le volte del resto, se ne parli ora, ma tra qualche settimana, piu' nessuno se lo ricorderà, come è stato sempre per tutte le catastrofi, o per tutti i fatti che succedono giornalmene al mondo.......Le persone che aiutano ci sono, ma sono quelle persone che non hanno bisogno di sbandierarlo ai quattro venti per far sapere " cazzo come sono bravo"...La forza di queste persone è l'aiutare, tante volte anche solo psicologicamente senza che nessunolo sappia, oppure come dice ajsha, solo con il fatto di non buttare, e rivolgere un pensiero alle persone piu' abbienti, ogniuno fa cio' che puo', nel nostro piccolo ogniuno di noi puo' fare moltissimo..........Io credo molto nella solidarieta' umana, saro' ingenuo, ma penso che al mondo ci siano piu' persone buone che cattive.......Solo una cosa mi viene da pensare frequentemente, perchè? mi chiedo, queste catastrofi, teremoti, alluvioni ecc ecc vadano sempre a colpire i paesi piu' poveri della terra, sempre quelle popolazioni che soffrono la fame, la sete, l'ingiustizia, la malattia, le guerre....ecco, questa cosa non riesco a spiegarmela, e mai ci riusciro'.........Alle volte quando leggo qui o altrove persone che si incazzano e litigano per delle cose assurde, mi viene da ridere, perchè se solo facessero un giro in internet a leggere, AMNESTY INTERNATIONAL, EMERGENCY ecc ecc....Capirebbero forse, che i loro problemi sono un'assurdita'.........Con affetto PIPINO

    • 17 gennaio 2010 17.09.12 CET
    • ipocrisia haiti

      xkè akkade in quei paesi piu disagiati,

      nn si può spiegare...è appunto katastrofe naturale...

      noi abbiamo dei tetti sulle nostre kase ke,

      possono affrontare dei forti venti...

      li sono kapanne e anke un pikkolo vento,

      distrugge...

      ci si puo kiedere,xkè in italia,si arriva a

      kostruire,kase ai piedi di montagne...

      kome a messina...

      o xkè,una kasa crolla e un'altra no,..

      credo ke in alkuni kasi sia proprio

      errore umano,purtroppo...

      rikordo tristemente questi video...

    • 19 gennaio 2010 00.06.39 CET
    • ipocrisia haiti

       

        Haiti e' il paese + povero del mondo ,la miseria

       e la sottocultura impera da sempre. I terremoti

       ci sono ovunque ,vedi GIAPPONE ,ma li' i grattacieli

       danzano ma non crollano,dove ci sono governi stabili

       e regole da rispettare ,tutto diventa + umano.

       Viceversa dove vivono allo sbando come nel sud

       america  dove praticano ancora il VUDU'e riti ancestrali

       ecc.ecc.

       I bambini, unici esseri innocenti bisogna salvarli..

          un saluto a tutti....ely..

       

    Legenda Icone e Regole Forum

  • Questo topic ha risposte
    Hot topic
    Topic unread
    Questo topic non ha risposte
    Topic chiuso
    BBCode  chiuso
    HTML  aperto
    Non sei abilitato/a a rispondere a questo topic
    Non sei abilitato/a a modificare questo topic
    You don't have the permission to delete a topic
    Non sei abilitato/a ad approvare post
    Non sei abilitato/a a mettere in evidenza i topic
    Non sei abilitato/a a chiudere topic
    Non sei abilitato/a a spostare topic

Aggiungi Reputazione

Do you want to add reputation for this user by this post?

o annulla