Forum Quelli che... Over 40
  • Topic: nn parlarne xkè è diventato normalità... ci stiamo abituando? io

    Torna ai Topics
    (0 rates)
    • 08 ottobre 2010 14.40.03 CEST
    • nn parlarne xkè è diventato normalità... ci stiamo abituando? io

      x la tua mamma Dolce Sarah

      Sul davanzale di un tramonto dietro le foschie
      si affacciano sporgendosi le mie malinconie
      stasera dolce amica mia io sto pensando a te
      a te che forse stai sentendo me
      sul davanzale di un tramonto profumano foschie
      lo sai che non è facile trovare le parole
      trovar la porta giusta per uscire da un dolore
      lo sai che umanamente ci si chiede ma perché
      è capitato questo proprio a te
      che in ogni senso lascia rabbia e vuoti che non so riempire
      sul davanzale di un tramonto gridano foschie
      così ti voglio ricordare
      così tu vivi dentro me
      così mi piace immaginare
      che tu ci sei, sei sempre qui
      perché ci sei
      spero che, spero tanto possa essere così
      i miei pensieri dicono di sì
      i miei pensieri dicono
      lo so che dove sei non hai bisogno più di me
      ma sono io che adesso cerco te
      perché vorrei capire e non ci arrivano le forze mie
      sul davanzale di un tramonto scendono foschie
       

      "skritta da ramazzotti per una mamma ke ha perso la figlia,dolce Barbara."

      Sara: autopsia, e' stata strangolata

      L'eterno riposo ti doni il Signore Sarah,e splenda a te la luce perpetua riposa in pace.Amen.

    • 09 ottobre 2010 19.00.11 CEST
    • nn parlarne xkè è diventato normalità... ci stiamo abituando? io

      Da un mese molestava la sorellina della propria fidanzata
      Genova, 9 ott. (Apcom) - Ha ammesso le sue responsabilità davanti agli inquirenti il giovane di 21 anni arrestato dai carabinieri di Cairo Montenotte, nell'entroterra di Savona, con l'accusa di aver violentato la sorellina di due anni della propria fidanzata. Ad allertare i militari è stata la madre della bimba, residente in Val Bormida, che ieri sera ha colto in flagrante il ragazzo mentre accarezzava e palpeggiava la piccola. A suscitare i sospetti della donna, l'eccessivo attaccamento della bambina nei confronti del giovane e alcuni arrossamenti nelle parti intime della piccola, che viveva come un gioco le violenze perpetrate dal fidanzato della sorella, che era totalmente ignara di quanto stava accadendo. Secondo quanto dichiarato dal comandante della compagnia dei carabinieri di Cairo Montenotte, Carlo Caci, nell'ultimo mese il ragazzo avrebbe molestato più volte la bimba, toccandola con le dita nelle parti intime, senza mai arrivare ad un rapporto sessuale completo. A confermare le violenze, la visita pediatrica a cui la bambina è stata appena sottoposta nell'ospedale San Paolo di Savona. L'arresto del giovane, che si trova attualmente recluso nel carcere genovese di Marassi in attesa dell'interrogatorio di garanzia, è stato disposto dal pubblico ministero Danilo Ceccarelli, dopo la denuncia della madre della piccola, ascoltata a lungo ieri sera dai militari. Il ragazzo, residente nella riviera ligure di ponente, era incensurato, con una famiglia definita rispettabile dagli inquirenti.
       

      non è questione di sensibilità, bisogna decidere è cambiare registro o tutto ci riguarda o siamo complici, se per qualsiasi motivo lasciamo fare, siamo colpevoli,le piccole deroghe al vivere civile di ognuno di noi, sono un mattone di questa orrenda muraglia, come diceva De gregori "La Storia siamo noi nessuno si senta escluso".

      I mostri non si materializzano dal nulla, più è grande il degrado, maggiore è la colpa DI TUTTI, NESSUNO ESCLUSO  

    • 10 ottobre 2010 03.01.42 CEST
    • nn parlarne xkè è diventato normalità... ci stiamo abituando? io

      condivido quello ke hai skritto... nessuno eskluso...

      penso sia proprio kosi... sikkome è diventata notizia quotidiana... ci si abitua,ci si stanka e nn si vuol piu askoltare ,nn vedendo piu il tg,nn parlandone piu,ma il problema resta.

      forse a sarah è successo xkè ,sapeva nessuno in fondo l'avrebbe askoltata e presa sul serio... ma questo è un brutto messaggio e nn deve passare innosservato...bisogna parlarne,sempre fino alla nausea ,mai naskondere ai figli lo strazio di un tg,anke se le notizie sono sempre molto simili...

      ...ke i mariti si sveglino... e stiano attenti ai malori delle mogli ke hanno appena partorito... ke nn siano superficiali ma kapiskano il trauma di un parto in una donna e le osservino,nei dettagli nei partikolari molto e a lungo x evitare ke le mogli possano uccidere il loro piccolo anke a distanza di poki anni,e nn solo mesi...

      ke le madri abbiano 100 okki... ke kredino ai loro figli se dikono mi è successo questo... senza eskludere ke sia impossibile ke l'uomo ke loro stesse amano e hanno scelto kome kompagno di vita sia immune da una molestia... senza eskludere ke l'uomo ke piu amano al mondo xkè le ha generate,il proprio padre,sia immune da una molestia al proprio nipote... kosi kome un fratello... kome la persona piu fidata... ke nn diano nulla x skontato e mettano i figli in kondizioni di poter dire ... mamma mi è successo questo... senza il timore di nn esser creduti ...

      bisogna parlare ... stare attenti a tutti senza distinzione ... se ogniuno di noi,osserva questi partikolari ,atteggiamenti strani in altri ,tante brutte kose nn succederebbero... xkè finiremmo x osservarci a vicenda e capire che quel qualkosa di strano nn va... 

      e nn è un padre ke da un bacio stampo ,davanti a tutti ,sulla bokka della figlia il pedofilo... no nn è questo ke è strano... e nn è pedofilo il padre ke va al mare kon la figlia... noooo

      è altro molto altro ,stà solo a noi poterlo kapire,avere la fortuna di poterlo kapire,avere la fortuna di poter kredere all'impossibile,a quello in kui mai avremmo voluto sentire... stà a noi voler avere la fortuna di poter aprire la nostra mente notando ke qualkosa in quel atteggiamento nn va...

      nn sene parla mai... ma quanti allenatori di sport,abusano dei ragazzini nn lo dikono al tg... ma noi sappiamo akkade... kome abusa un prete... kome abusa un insegnante...

      l'unione fa la forza ... questo è un dato di fatto !!! noi siamo la società... senza un centesimo di euro,nn si raggiungerà mai un miglione di euro... 1 solo centesimo è pokissimo ma fa la differenza... sentiamoci quel centesimo ke manka,kapendo quanto è importante la nostra attenzione,senza essere superficiali.

      le leggi nn funzionano,lo stato nn fa nulla... ma solo xkè noi glielo permettiamo !!!!!!!!

      ke possiamo fare noi ??? parliamone,nn cerkiamo solo lo svago egoistiko in chat... almeno sul forum,nei nostri privati,nn stankiamoci di parlarne... solo parlandone potremmo rassicurare ki forse nn ha nessuno ke li askolta,e li krede.

      PENSO A TE,ADOLESCENTE KE MI LEGGI... MI KIEDO QUANTA VOGLIA HAI DI GRIDARE... IMMAGINO IL TUO PIANTO SILENZIOSO,IL TUO PENSIERO FISSO KE DICE... A ME NN MI HANNO CREDUTO OPPURE SEI BLOKKATA XKè NN HAI KORAGGIO DI DIRE MI è SUCCESSO ... BASTA KE TU SCELGA UNA SOLA PERSONA...UNA SOLA ... XKè ALMENO UNA SOLA PERSONA DI KUI TI FIDI Cè... QUINDI VA LI E DIGLI TUTTO SENZA VERGOGNA XKè NN NE HAI KOLPA... TI AIUTERà,NN SEI DA SOLA... E QUESTO PENSIERO è ANKE PER TE,CHE SEI UN MASCHIO... NN AVER VERGOGNA NEL DIRE CHE UN UOMO DEL TUO STESSO SESSO TI HA MOLESTATO... TROVERAI AIUTO ANKE TU.

      BISOGNA DIRE .... DIRE ... DIRE....SENò DIVENTA "OMERTà".

      QWE grz ke hai postato,e centrato il mio senso del post,parlando del kaso ke hai citato.

       

    • 10 ottobre 2010 14.49.45 CEST
    • nn parlarne xkè è diventato normalità... ci stiamo abituando? io

      Tre mesi fa don Michele era un sacerdote qualunque, uno come tanti, parroco nella chiesa della Maria Santissima Addolorata a San Giorgio Cremano. Quarant’anni, uomo mite e paziente, molto apprezzato nella sua comunità, era diventato un punto di riferimento per i giovani. Vestiva come loro, chattava on line con loro, era uno di loro. Anche troppo. Il 5 luglio la sua vita è cambiata, travolta dallo scandalo. Don Michele fu sorpreso dalla polizia stradale in un’auto parcheggiata in una piazzola di sosta della Tangenziale. Con una ragazza, minorenne. L’abito talare nascosto nel bagagliaio. E i pantaloni calati.

      Agli agenti diretti da Fulvio Papa, disse quasi in lacrime, con il viso rosso per la vergogna: «Vi prego, non mi rovinate». Anche la liceale quindicenne - adescata in chat, su Messenger - provò a difenderlo: «Nessuna violenza, ci conosciamo da mesi, ci siamo già incontrati in passato». Non sapeva, però, che Michele fosse sacerdote. A lei, il parroco dei giovani aveva detto di essere un insegnante. E lei gli aveva creduto. «Previa informazione e intesa con il magistrato di turno della Procura della Repubblica di Napoli», gli agenti denunciarono don Michele. E la notizia divenne di dominio pubblico.
      Da quel maledetto primo lunedì di luglio, del parroco della Maria Santissima Addolorata a San Giorgio Cremano si erano perse le tracce. Da un paio di giorni è ricomparso, avvistato nella chiesa monumentale di Santa Lucia a mare, a due passi da piazza del Plebiscito. Parlare con lui, però, è impossibile. Inutile scrivergli una mail, inutile telefonargli.

      Come sempre accade in questi casi, don Michele è stato inviato dalla Curia in un posto riservato, lontano da occhi indiscreti. Si chiama percorso di approfondimento, è un itinerario canonico e serve per ritrovare la spiritualità. In attesa della sentenza. «Aspettiamo le decisioni della magistratura, a cui abbiamo già garantito la massima disponibilità», spiega don Gennaro Matino, vicario delle comunicazioni della Chiesa di Napoli...

       

      branco stupra una ragazza
      la polizia arresta quattro minori

      Quattro minorenni abusano di una diciottenne: arrestati. Per oltre un mese la vittima ha taciuto la violenza. Poi è stata convinta da un'amica in chat. Un´altra giovane è sfuggita agli aggressori.
       
       
       
       
       
      CHIEDO VENIA ma quello che avete letto sono fattacci accaduti negli ultimi mesi del 2010.
       
      MI CHIEDO... su quale pianeta eravate ?
      COME MAI non ho letto un commento sul forum?
      FORSE perchè la TV non ne ha parlato abbastanza ?
       
      Rispetto tutte le opinioni e le idee ma provate ad essere coerenti. SE vi stilo l'elenco di tutti i misfatti dal 1 gennaio ad oggi credo che le vostre riflessioni possano assumere un significato diverso... Avete impiegato ben 10 mesi per esternare il male sociale che ci attanaglia?
       
      NON E' QUESTIONE DI NORMALITA' MA DI VOLONTA' DA PARTE DI OGNUNO DI NOI A VIGILARE CHE QUESTI FATTI NON AVVENGANO.

      FACCIO ESEMPIO PRATICO :  Quanti di voi chatta su ciaoamigos ? Avete visto le cam ? I nick? Lo andate a riferire al moderatore ? Secondo voi non è complicità passiva ? Il moderatore banna e tarallucci e vino. RAGAAAAAAAA SVEGLIA .......

       

       

       

    • 10 ottobre 2010 16.59.10 CEST
    • nn parlarne xkè è diventato normalità... ci stiamo abituando? io

      L'esempio da me sopra citato era uno dei tanti, il primo capitatomi davanti agli occhi, aveva valore simbolico come valore simbolico ha la tragedia capitata a Sara, per entrare nel merito di un problema che coinvolge il vivere civile di ognuno, se dico la colpa è di tutti, il primo dell'elenco sono io, non voglio fare il savonarola, puntando il dito su chicchesia, le mie mancanze non le voglio misurare sugli altri sono mie ed io devo agire per migliorarmi, la questione è semplicemente questa, esiste una responsabilità collettiva, di chi sono figlie le ragazzine che si vendono per una ricarica telefonica? chi gli ha insegnato il valore della vita, della dignità? non sono nato ieri non è il fatto singolo che mi fà saltare dalla sedia, mi angoscia molto di più il latente, sinuoso adattamento della nostra socetà al mercimonio, la parola più usata per descrivere i cittadini è consumatori, stiamo diventando dei mezzi.Per rispondere a bartozzi voglio solo contestare che il controllo è l'ultimo atto, è in un certo senso già un fallimento, il fallimento di una socetà che non ha saputo insegnare, secondo me stiamo concedendo troppo in tutti i sensi, l'abitudine al male, l'abitudine al brutto,l'abitudine alla mediocrità, sono i sintomi del famoso sonno della ragione, qualcuno ha detto che partorisce mostri. Quale che sia lo spunto per trovare nuovi stimoli per discutere di certe questioni io lo trovo irrilevante, l'importante è discuterne.

    Legenda Icone e Regole Forum

  • Questo topic ha risposte
    Hot topic
    Topic unread
    Questo topic non ha risposte
    Topic chiuso
    BBCode  chiuso
    HTML  aperto
    Non sei abilitato/a a rispondere a questo topic
    Non sei abilitato/a a modificare questo topic
    You don't have the permission to delete a topic
    Non sei abilitato/a ad approvare post
    Non sei abilitato/a a mettere in evidenza i topic
    Non sei abilitato/a a chiudere topic
    Non sei abilitato/a a spostare topic

Aggiungi Reputazione

Do you want to add reputation for this user by this post?

o annulla