Forum Quelli di ciao aMigos... Altro.......
  • Topic: Gabriella Carlucci

    Torna ai Topics
    (0 rates)
    • 20 ottobre 2010 18.44.46 CEST
    • Gabriella Carlucci

       

      Secondo Gabriella Carlucci, infatti, lo stipendio dei parlamentari sarebbe troppo basso. :”No, lo stipendio troppo alto no! Io ho una segreteria a Roma che pago io, due segreterie in Puglia che pago io… Sa cosa vuol dire mantenere una segreteria? Affitto, telefono, luce…“.

      E a chi le diceva che comunque il suo stipendio era troppo alto, lei ha risposto: “Allora adesso io ti mando l’elenco delle mie spese. Perché io ho il rimborso aereo, ma quando vado a Trani o a Bari dormo e mangio in albergo. Ti faccio l’elenco delle mie spese e poi vediamo se il mio stipendio è alto. Il mio stipendio è il minimo! Perché tutte le spese che ho le sostengo con i miei soldi. Spese che giustamente servono a mantenere il rapporto con l’elettorato“. E pare che quell’elenco delle spese di Gabriella Carlucci non sia mai arrivato.

      La parlamentare si difende, rendendo pubblico il suo orario di lavoro: “Ventiquattrore su ventiquattro. Dormo tre o quattro ore per notte perché io da Montecitorio mi porto il lavoro a casa! Devo studiare, devo leggere… Faccio delle interpellanze? Ebbene, mi devo preparare, mica posso scrivere delle stronzate! Se no mi ridono dietro. Metti in conto tutto! Allora adesso tu dimmi: quanto paghi il mio straordinario a casa? Perché il mio orario di lavoro ufficiale è finito. Quanto costo io il sabato e la domenica? E allora che cosa dite!“.

      E poi l’affondo finale, che fara’ infuriare moltissime persone all’ascolto: “Un operaio quando va a casa ha lasciato i suoi problemi nel suo ufficetto. Io quando vado a casa ho ancora i miei problemi di lavoro. Il mio telefono è sempre accesso, è sempre quello dal 1994 e chiunque mi può raggiungere, sabato domenica o festivi. Ma mica solo io lavoro così tanto. Però voi purtroppo pensate che tutti siano dei lavativi perché questo è il messaggio che passa“. Stipendio meritato? Secondo lei si’, anzi, vorrebbe di piu’ per far fronte a tutte le sue spese… Mentre una povera famiglia di operai non riesce ad arrivare a fine mese per il rincaro dei prezzi!!!!

      p.s Per la cronaca  lo stipendio di questa grandissima mignottona si aggira sui 20.000 (ventimilaeuro) al mese

    • 21 ottobre 2010 01.03.55 CEST
    • Gabriella Carlucci

      Non occorre essere conte per fare i conti !!!

      Secondo me ha perfettamente ragione la Carlucci e te lo dimostro ...

      Vogliamo concedere 20 volte dal parrucchiere al mese ?   2000 euro

      Vogliamo concedere 16 volte dall'estetista al mese ?  1200 euro

      Vogliamo concedere due abitucci Saint Laurent al mese ? 6000 euro

      Vogliamo concedere 3 paia di scarpe economiche al mese ? 1200 euro

      Vogliamo concedere 2 borse griffate al mese ? 1000 euro

      Vogliamo concedere 8 pernottamenti in albergo a 3 stelle al mese?  1200 euro

      Vogliamo concedere 10 cene al mese in ristorante chic?  1000 euro

      Vogliamo concedere 5 pranzi al mese in ristorante ? 500 euro

      Vogliamo concedere qualche caffè, cornetto, aperitivo, tramezzino ? 500 euro

      Metti anche telefono, luce, acqua, gas, lavatura e... stiratura 900 euro

      Carta, penna e calamaio, vista la sua laboriosità? 300 euro

      Mutande, reggiseni e calze ce le vogliamo dimenticare ? facciamo 500 euro

      SE nessuno le ha regalato a sua insaputa qualche casa ci vuoi mettere al mese, per un appartamentino 2000 euro?

      Vuoi concedere lo stipendio complessivo mensile  a 2 segetarie co.co.co a progetto? 800 euro

      e stiamo a circa 21.300 euro mese !!! Come vedi non ci siamo, anzi sarebbe auspicabile un congruo aumento mica possiamo tenere parlamentari con la testa non agghindata? Si rischia di far notare alla Comunità Europea che abbiamo solo teste vuote !

      E se rifletti un poco vedi quanti problemi non ha una famiglia di operai !

      NON deve pagare l'albergo,

      NON deve pagare il ristorante

      NON deve pagare l'estetista

      NON deve pagare carta penna e calamaio

      Ricicla abiti, scarpe e borse.

      Ma sai che ti dico ? Proporrei un contributo da parte delle famiglie al FONDO DEPUTATI A PERDERE.

      Io ci penserei ...

    • 21 ottobre 2010 03.59.39 CEST
    • Gabriella Carlucci

      nn basta avere uno stipendio...

      bisogna saperlo BEN gestire... tanto o poko ke sia

      forse questo nn lo sa fare la Carlucci

      la differenza kon gli operai è ke ....

      li sanno gestire kon SACRIFICIO E RINUNCIE SUPERFLUE ...

      ciaoo tuko

    • 21 ottobre 2010 11.06.40 CEST
    • Gabriella Carlucci

      vi siete scordati l'autista...e anche i gioielli..poca roba eh? poveri parlamentari,senza tutti quei soldi sempre pochi..come farebbero a fare leggi e a guidare il paese verso la rovina...e poi si taglia sulla scuola,sull'istruzione,sulle esigenze di prima necessita' e ci si compra intere isole in paesi esotici...C'e' chi certe cose le puo solo sognare...chi invece le pretende alla faccia di chi un pezzo di pane lo suda e di chi non lo ha completamente... E vogliamo parlare delle costosissime auto blu che riempiono le strade italiane...macchine da 100 mila euro sulle quali sono montati accorgimenti di blindatura pari al costo dell'auto stessa...ma certo mica possono prendere la loro di auto o optare per una meno lussuosa che figura ci fanno...o addirittura prendere i  mezzi..la scorta e' d'obbligo...caso mai qualche pazzo furioso spinto da stenti e miseria decida che la loro carriera debba finire all'istante...A pensarci bene ho idea che le donne al parlamento costino molto di piu'...perche poi devono pure fermare il tempo che passa...che dite il lifting o le punturine di botulino ce le mettono in conto vero?

      sput...sput...sput

      si parla si parla...ma tutto va a rotoli anche per colpa di un popolo senza nessuna indole nazionalista...facciamo fare ai potenti il loro comodo...

       

    • 21 ottobre 2010 10.30.52 CEST
    • Gabriella Carlucci

      Tuco mandiamoli a lavorare in miniera sti lavativi ....

      ...pero' bisogna anche dire che a noi italiani ci piace prenderlo nel culo.... mai che nessuno protesti concretamente per qualcosa....vedi i francesi... quando non gli sta bene qualcosa almeno si fanno sentire, qua tra un po' ci mandano in pensione a 80 anni ....e noi siamo tutti contenti.

      vabbe' !! Andiamo avanti...

    • 21 ottobre 2010 21.48.29 CEST
    • Gabriella Carlucci

      Benigni: 250 000 euro per tredici minuti di intervento alla rai...poi su un rifiuto dell'azienda ha detto che l avrebbe fatto anche gratis. ( MA VA A C............)

      Saviano:Per una partecipazione ad anno zero di circa un'ora ha preteso 50 .000 euro al netto delle spese poi su una critica di un giornalista ha letteralmente vomitato una sua spiegazione razionale che avevo vergogna io per lui...poveretto con le sue teorie da matto psicopatico sulla camorra lombarda.

      Fabio fazio: per una stagione di sedici puntate di "che tempochefa"...ha spuntato un contratto con la rai...due duemilioni e mezzo di euro...POCO TEMPO FA HA VINTO UNA CAUSA CON LA7...I SUOI AVVOCATI HAN SPUNTATO ALLA NUOVA EMITTENTE UNA COSA COME DUE MILIONI DI EURO...E PENSARE CHE DOVEVA ESSER IL PALADINO DELLA NUOVA RETE. (ammazza che compagno)

      QUESTI SONO I MITI DELLA SINISTRA .,.CHE OGNI GIORNO PARLANO DELLA GENTE CHE MUORE DI FAME..DEI CONTENUTI...DELLA " QUESTIONE MORALE"

      e DEI...ventimila euro al mese della Carlucci...che non dmentichiamolo e' una top manager.

      Invece per le cazzate che spara benigni i ventimila euro partono ogni minuto...

      ma te pensa che storia per ascoltare uno che da vent'anni gli viene la bava alla bocca solo a vedere berlusconi.

       

    • 22 ottobre 2010 09.53.00 CEST
    • Gabriella Carlucci

      Si ritorna al nocciolo della questione...o di destra o di sinistra...l'unico scopo e' far soldi e la bella vita se poi ci aggiungi che hai il potere ,mi riferisco ai politici,di manovrare il governo come meglio credi il delirio di onnipotenza sale a livelli vertiginosi...riguardo a Benigni...pur sbavando,almeno fa ridere...secondo me,era una battuta la sua richesta,poi vedi se danno 2 milioni a fazio,che solo a guardarlo viene l'orticaria di quanto e' inutile,perche non darne 250 a Benigni! Sa pure la divina commedia a memoria!!!!!e se vuoi Ti bacia pure in bocca...e ti tocca l'uccellino...che mondo perso!

      poi ci stanno le banduerole che come gira il vento si muovono ed il quadro e'perferto..non importa cio' che pensi,ma a chi ti leghi,per fare cio' che non pensi,ma che devi pensare pure di stare li' in prima fila...concetto contorto...ma funzina cosi' piu o meno...allora se pensi bianco...ma il nero e' piu forte..neghi di pensar bianco e diventi nero...se poi il bianco di colpo diventa potente...rinneghi il nero e dici che da sempre hai pensato bianco ma che gli eventi ti hanno traviato e cosi all'infinito...queste sono i peggiori,parassiti della societa che non hanno idee precise, ma camaleonticamente  si adattano a qualsiasi puttanata..pur di stare tra i primi....

      ri.sput sput sput

      e poi mi si chiede che orientamento ho? ahahaha non ce l'ho...l'orientamento credo che la politica sia una grande puttanata...una bugia continua,promesse non mantenute e spreco di denaro inutile..forse con mandati piu brevi e ricambi continui..si eviterebbe almeno l'acqua stagnata e puzza di cacca!

       

    • 22 ottobre 2010 12.01.35 CEST
    • Gabriella Carlucci

      DA LA STAMPA SCRITTO DA FLAVIA AMABILE:

       

      In fondo è sempre lo stesso copione da anni. Grandi uscite e ancor più grandi buonuscite, seguite da rientri, polemiche e clamori. E, quindi, chi racconta il «day after» di Michele Santoro dopo l’annuncio della fine della stagione di «Annozero» e anche del suo rapporto da dipendente in Rai, lo fa sottolineando che si è trattato di un mercoledì come gli altri. (ALLA FACCIA 'O CAZZ)

      La stagione si concluderà il 10 giugno e si attende la firma dell’intesa raggiunta due giorni fa con la Rai per avere spiegazioni ufficiali sui motivi del suo gesto.  Per il momento il conduttore ha affidato ad una nota innanzitutto il rammarico di aver visto divulgare la notizia. «Avrei preferito che solo ad accordo sottoscritto se ne fosse data notizia, anche per concludere serenamente una stagione televisiva caratterizzata da straordinari risultati». Ma questo non toglie, anzi aumenta la soddisfazione per l’intesa con la Rai, che potrà «consentire di sperimentare nuovi formati televisivi». Le docu-fiction ma probabilmente anche altro, i progetti sono molti, la trattativa per la collaborazione biennale con l’azienda ancora da definire. Progetti nei quali Santoro potrebbe coinvolgere qualcuno della squadra di Annozero.
      Il centro delle polemiche però è un altro, la cifra dell’accordo: un contratto di collaborazione di 24 mesi con due annualità di buonuscita (due milioni di euro), dieci docufiction in prima serata e due miniserie Tv da 1 milione e duecento euro l’una, per un totale di circa 16 milioni di euro. ( FATE DUE CONTI COSA PRENDE STO "SERVO DELLA GLEBA")Di fronte a questi numeri non solo gli storici nemici del conduttore televisivo, anche quelli che ascoltano ogni sua trasmissione si sono ribellati.
      A tutti Santoro ha promesso che parlerà dopo la firma dell’accordo. Non sarà imminente ma soltanto allora spiegherà con esattezza i termini dell’intesa e anche il suo futuro professionale convinto come afferma di essere, «di aver agito ancora una volta nell’interesse del pubblico».
      Ma per il presidente della commissione Vigilanza, Sergio Zavoli, quella della buonuscita è una questione di fronte alla quale alcuni «colleghi si chiederanno come uno di loro, uno dei più bravi, abbia potuto chiudere la sua partita con l’azienda». La Commissione è alle prese con il parere condizionato sul contratto di servizio, affronta proprio il tema della trasparenza dei compensi, voluto da Pdl e Lega e sul quale Zavoli chiede tempo per definire prima quali siano i programmi di servizio pubblico.

      Commenta Alessio Butti,
      capogruppo Pdl in Vigilanza: se la trasparenza dei compensi fosse stata applicata in passato si sarebbe potuta «evitare l’ipocrisia dello stupore sul trattamento economico di Michele Santoro che ha annunciato di lasciare la Rai in cambio di uno ’scivolettò milionario e di un promesso contratto di consulenza altrettanto ’pesantè».

      Dubbi anche da Pd e Udc. Giorgio Merlo,
      vice presidente della Vigilanza, parla di «pagina buia e triste per la credibilità dell’azienda», l’Idv di «immoralità», Roberto Rao, capogruppo Udc, di «violazione del portafoglio dei contribuenti».
       

      Persino da parte dei giornalisti le reazioni non sono positive. «La soluzione del caso Santoro è quantomeno imbarazzante», dicono il presidente dell’associazione Lettera22.info, Paolo Corsini, il componente l’esecutivo UsigRai, Stefano Campagna, e il consigliere Fnsi, Luigi Monfredi. E aggiungono: «In un contesto di crisi economica, nazionale e aziendale, e alla vigilia di un piano industriale Rai, che preannuncia ’lacrime e sanguè (si parla di almeno 800 esuberi), l’azienda non trova di meglio che staccare un assegno a 6 zeri per l’ex ’tribuno della plebe’, Michele Santoro».

      In fondo è sempre lo stesso copione da anni. Grandi uscite e ancor più grandi buonuscite, seguite da rientri, polemiche e clamori. E, quindi, chi racconta il «day after» di Michele Santoro dopo l’annuncio della fine della stagione di «Annozero» e anche del suo rapporto da dipendente in Rai, lo fa sottolineando che si è trattato di un mercoledì come gli altri.

      La stagione si concluderà il 10 giugno e si attende la firma dell’intesa raggiunta due giorni fa con la Rai per avere spiegazioni ufficiali sui motivi del suo gesto.  Per il momento il conduttore ha affidato ad una nota innanzitutto il rammarico di aver visto divulgare la notizia. «Avrei preferito che solo ad accordo sottoscritto se ne fosse data notizia, anche per concludere serenamente una stagione televisiva caratterizzata da straordinari risultati». Ma questo non toglie, anzi aumenta la soddisfazione per l’intesa con la Rai, che potrà «consentire di sperimentare nuovi formati televisivi». Le docu-fiction ma probabilmente anche altro, i progetti sono molti, la trattativa per la collaborazione biennale con l’azienda ancora da definire. Progetti nei quali Santoro potrebbe coinvolgere qualcuno della squadra di Annozero.
      Il centro delle polemiche però è un altro, la cifra dell’accordo: un contratto di collaborazione di 24 mesi con due annualità di buonuscita (due milioni di euro), dieci docufiction in prima serata e due miniserie Tv da 1 milione e duecento euro l’una, per un totale di circa 16 milioni di euro. Di fronte a questi numeri non solo gli storici nemici del conduttore televisivo, anche quelli che ascoltano ogni sua trasmissione si sono ribellati.
      A tutti Santoro ha promesso che parlerà dopo la firma dell’accordo. Non sarà imminente ma soltanto allora spiegherà con esattezza i termini dell’intesa e anche il suo futuro professionale convinto come afferma di essere, «di aver agito ancora una volta nell’interesse del pubblico».
      Ma per il presidente della commissione Vigilanza, Sergio Zavoli, quella della buonuscita è una questione di fronte alla quale alcuni «colleghi si chiederanno come uno di loro, uno dei più bravi, abbia potuto chiudere la sua partita con l’azienda». La Commissione è alle prese con il parere condizionato sul contratto di servizio, affronta proprio il tema della trasparenza dei compensi, voluto da Pdl e Lega e sul quale Zavoli chiede tempo per definire prima quali siano i programmi di servizio pubblico.

      Commenta Alessio Butti,
      capogruppo Pdl in Vigilanza: se la trasparenza dei compensi fosse stata applicata in passato si sarebbe potuta «evitare l’ipocrisia dello stupore sul trattamento economico di Michele Santoro che ha annunciato di lasciare la Rai in cambio di uno ’scivolettò milionario e di un promesso contratto di consulenza altrettanto ’pesantè».

      Dubbi anche da Pd e Udc. Giorgio Merlo,
      vice presidente della Vigilanza, parla di «pagina buia e triste per la credibilità dell’azienda», l’Idv di «immoralità», Roberto Rao, capogruppo Udc, di «violazione del portafoglio dei contribuenti».
       

      Persino da parte dei giornalisti le reazioni non sono positive. «La soluzione del caso Santoro è quantomeno imbarazzante», dicono il presidente dell’associazione Lettera22.info, Paolo Corsini, il componente l’esecutivo UsigRai, Stefano Campagna, e il consigliere Fnsi, Luigi Monfredi. E aggiungono: «In un contesto di crisi economica, nazionale e aziendale, e alla vigilia di un piano industriale Rai, che preannuncia ’lacrime e sanguè (si parla di almeno 800 esuberi), l’azienda non trova di meglio che staccare un assegno a 6 zeri per l’ex ’tribuno della plebe’, Michele Santoro».
       
      QUESTI SONO I PALADINI DELLA GIUSTIZIA , DEL MONDO MIGLIORE...AMICI DEL POPOLO.

       

    • 22 ottobre 2010 18.28.37 CEST
    • Gabriella Carlucci

      NUVOLETTA A ME BENIGNI NON PIACE.

      L 'IRONIA NON E' AVER LA BAVA ALLA BOCCA E LA RABBIA IN CORPO SORRIDENDO...

      A ME I TOSCANI NON FAN PER NIENTE RIDERE , LI TROVO ARROGANTI E PRESUNTUOSI( PARLO DI PANARIELLO BENIGNI PIERACCIONI ECCETERA , NON CERTO DI MERCURIO)

      SIETE SEMPRE PIU CONVENZIONALI..CHE PENA.

      NUVOLETTA RICORDATI CHE L 'OGGETTIVITA' E' UNA CHIMERA...

       ...Era il mostro di origine divina,
      leone la testa, il petto capra, e drago
      la coda; e dalla bocca orrende vampe
      vomitava di foco: e nondimeno,
      col favor degli Dei, l'eroe la spense... (ILIADE VI, 180-184)

      QUESTA E' LA CHIMERA...

       

    Legenda Icone e Regole Forum

  • Questo topic ha risposte
    Hot topic
    Topic unread
    Questo topic non ha risposte
    Topic chiuso
    BBCode  chiuso
    HTML  aperto
    Non sei abilitato/a a rispondere a questo topic
    Non sei abilitato/a a modificare questo topic
    You don't have the permission to delete a topic
    Non sei abilitato/a ad approvare post
    Non sei abilitato/a a mettere in evidenza i topic
    Non sei abilitato/a a chiudere topic
    Non sei abilitato/a a spostare topic

Aggiungi Reputazione

Do you want to add reputation for this user by this post?

o annulla