Forum Quelli di ciao aMigos... Altro.......
  • Topic: caro presidente ......

    Torna ai Topics
    (0 rates)
    • 05 maggio 2012 17.56.21 CEST
    • caro presidente ......

      Mi sono rotto i coglioni!


      Ciao Marco, tu ovviamente non mi conosci ma io sì. Ti ascolto da parecchi anni e, come si fa con un vecchio amico, ho deciso di condividere con te il mio stato d’animo. In un momento di riempimento della prostata, ho scritto alla presidenza del consiglio e ti voglio far leggere il contenuto:
      Egr. Signori e signore, buongiorno. A mio modestissimo parere, la tecnica che state utilizzando è, a dire poco, bizzarra. Non avete pensato che quando avrete bloccato completamente il mercato non incasserete più nulla da IVA, Irpef, Irpeg, Ilor, Accise, etc, etc….Non avete pensato che la prima mossa da fare era quella di ridurre la spesa pubblica e poi, eventualmente, ricontrollare i conti e chiedere i sacrifici ai cittadini. Così avreste avuto credibilità, e l’Italiano sarebbe stato orgoglioso di aiutare la patria. Invece anche questa volta, avete perso l’occasione di dimostrare di essere veramente persone che valgono quello che costano. Di essere degli statisti e non delle menti mediocri strapagate. Vi sembra logico che si paghi oltre il 50% di ciò che si guadagna, per mantenere uno stato che non ti restituisce in servizi nemmeno l’1% di quello che paghi? Pare che in Italia ci siano 72.000 auto blu, e dico pare perchè neppure voi riuscite a contarle, mentre in tutta la Gran Bretagna sono presenti 179 auto blu? E, badate bene, che non sto parlando di colore della vettura.Ma andiamo avanti, se possibile, mi spiegate la funzione delle province?Invece di utilizzare migliaia di Poliziotti come guardie del corpo, provate ad utilizzarli per il controllo del territorio, improvvisamente caleranno i reati, le carceri non saranno sovra affollate, il popolo percepirà un maggior senso di ordine e controllo e, di conseguenza, ci sarà più rispetto delle regole. Volete risparmiare? Cominciate a togliere i privilegi ai partiti. Il finanziamento ai partiti era stato abrogato, ma poi l’avete reintrodotto come rimborso: ASTUTI!!! Voi politici siete l’unico caso al mondo dove il dipendente decide lo stipendio, l’orario di lavoro, gli aumenti, le ferie, etc. etc. Forse cominciando a pensare ai cittadini non come sudditi da spremere, ma come quelli che vi danno da lavorare ed ai quali dovete rispetto, forse…..forse. Vogliamo parlare dei megamanager che hanno ridotto in brandelli le FS e l’Alitalia ed hanno avuto di buonuscita quasi 10 milioni di Euro??? Vogliamo parlare delle centrali nucleari???Tra 85 anni le riserve nucleari saranno terminate, quindi noi su cosa puntiamo? sul nucleare che, tra l’altro, noi cittadini attraverso un referendum, abbiamo chiesto di non utilizzare. aspettiamo fino ad allora per sviluppare energie alternative? Abbiamo il metano, il sole, il vento, l’acqua, ma pensiamo al nucleare come energia del futuro. Bravi! Sempre rispettosi del volere del popolo. Non vi state accorgendo di essere sempre più distanti dal mondo che dominate, dal mondo vero. Da quelli che si uccidono per la crisi, da quelli che, pensionati, sono la salvezza per le nuove famiglie povere. Perchè non provate a vivere con 1200 euro al mese, magari in quattro in famiglia, in affitto. Io sono per la meritocrazia, quella vera! Siete veramente capaci? Bene! dovete essere ricompensati adeguatamente, ma se abbiamo raggiunto un debito pubblico pari a 2000 miliardi di euro, secondo me, come manager, non valete un granchè. Quindi abbassatevi gli stipendi, i rimborsi spese, gli indennizzi, i premi di produzione. Abbassate gli stipendi dei megamanager, dei pensionati di lusso, bisogna fare sacrifici? Bene facciamoli! Ma tutti insieme! Non “armiamoci e partite!!, ma “armiamoci e partiamo!”. Solo così l’Italia potrà uscire dalla crisi e prendersi il posto che merita nel mondo. Abbiamo l’80% del patrimonio artistico mondiale. L’arte l’abbiamo inventata noi. Noi siamo un popolo speciale, nonostante i governi che abbiamo avuto siamo ancora in piedi e questo vuol dire qualcosa. Portate un poco di decenza in questa nazione, dimostrate di essere Italiani! Noi siamo i discendenti di Leonardo, Michelangelo, Raffaello, Noi siamo gli inventori della pila, della radio, del telefono. Noi siamo Italiani e non ci meritiamo questo.
      Ciao Marco
      Lorenzo Lunardi

       

      da: CARO ZOO TI SCRIVO, IN EVIDENZA — 5 maggio 2012 18:22(http://ilsitodellozoo.com/2012/05/05/mi-sono-rotto-i-coglioni/)

       

    • 07 maggio 2012 12.33.54 CEST
    • caro presidente ......

      Caro auz, condivido quasi tutto cò che scrivi, ma dissento con forza, dal discorso sul nucleare. Non starò qui a spiegare perchè il nucleare sia, con tutte le sue controindicazioni, l'unica via possibile ad evitare il disastro energetico. Io votai a favore oltre 20 anni fa e pure ora.
      Purtroppo molti hanno votato si a tutti i referendum solo perchè pensavano di dare una spallata al governo in carica (che era Berlusconi) Legittimo era essere contro quel governo, ma improprio il metodo.
      L'acqua il vento e il sole? Ma lo sai che per sostituire una sola centrale nucleare, della potenza di quella giapponese, bisognerebbe coprire di pannelli fotovoltaici una superficie cone quella del lago di Garda? E se nevica e li copre? Blackout totale! Non parliamo di parti nel sud pieno di "mulini a vento" gia arruggginiti e inutili, si parla di scorie nucleari, ma i pannelli fotovoltaici hanno un ciclo di vita anche essi, immagina quanto materiale da smaltire! Il vento poi non è mai uniforme come non lo è l'irraggiamento del sole.
      Queste cose le ho studiate a fondo e ne ho parlato per anni con mio padre (ingegnere) ho ascoltato e letto fra l'altro Margherita Hack (astrofisico) e sono giunto a convinzioni ben radicate
      Non ti annoiero con formule matematiche e problematiche ad esempio sui pannelli al silicio e a cosa capita a uno di essi quando una cella è meno illuminata dalle altre, o a quanta energia (idrocarburi) serve per produrre una di questi pannelli. Voglio solo metterti qualche dubbio.

      I referendum li vedo bene su cose tipo Monarchia o repubblica, ma non su argomenti scientifici così delicati e complessi.
      Spendiamo miliardi per importare gas e petrolio e paghiamo l'energia troppo e anche questo incide sullo sviluppo delle aziende, e poi (il colmo) importiamo anche energia prodotta col nucleare! Senza parlare dei soldi pagati in bolletta per DISMETTERE centrali nucleari che già avevamo!
      Io tremo all'idea che per una crisi o guerra internazionale vengano ridotte le importazioni di gas e di petrolio, poi si che ci renderemo conto di quanto saremo vulnerabili senza un minimo di autonomia energetica!

    • 12 maggio 2012 22.15.12 CEST
    • caro presidente ......

      di risparmio energetico anziche di centrali nucleari? Fosse anche la fusione termonucleare la soluzione del futuro, la vedo veramente molto dura...Il punto non è di quanti Tera abbisognamo ma di quanti Tera potremmo fare a meno e penso che le possibilità di risparmio energetico siano piuttosto innumerevoli. Non abbiamo a disposizione i materiali necessari per realizzare dei pannelli fotovoltaici che ci permettano un equo termine di paragone con le possibilità che vengono fornite da centrali idriche di cui le alpi abbondano (vedi p.es. Gran Dixence e le varie megaturbine elvetiche e francesi). Quindi fino al momento in cui queste possibilità avanguardistiche non saranno disponibili il discorso deve per forza convergere su soluzioni tese al risparmio...

       

      Vorrei comunque far notare che lo scorso anno ho girato in lungo ed in largo la Germania e vi posso garantire che la stessa ha letteralmente tapezzato i propri Länder con diecine di milgiaia dei cosiddetti mulini a vento. Vi sono anche un'enormità di pannelli solari che a quanto pare, dialogando con gli interessati, si rivelano all'altezza della situazione e collimano con le esigenze di più famiglie.

       

      Per quanto mi è dato di sapere, la popolazione non sta certo diminuendo, anzi....Nei prossimi vent'anni ci troveremo a dover fronteggiare situazioni che richiedono soluzioni intelligenti e il meno possibile violente. Non auspico certo un paesaggio come quello della ex Germania dell'Est...invero orribile...Perciò spero che i fondi siano veicolati in favore della ricerca su vettori solari di nuova generazione che permettano di usufruire dell'energia solare (che è li per tutti e non chiede nulla a nessuno in cambio) al meglio possibile.

       

      Energia solare uguale

       

      nessun morto, costi d'ammortamento rientrati in brevissimo tempo, energia pulitissima per tutti indistintamente, fiumi che tornano finalmente ad essere fiumi con tanto di pesci al loro interno...aria respirabile e meno malattie legate alla sfera polmonare, nessuna ansia psicogena collettiva derivante da una possibile Fukushima europea....Non sono nemmeno certo che la chiusura delle centrali ed il passaggio a nuove tecnologie diminuisca poi di molto il famoso PIL, che poi sarebbe la scusa alla quale i nostri governanti ricorrono con sempre minori risultati per far presa sulle masse...

       

      Insomma...c'è tutto da guadagnare (nuovi posti di lavoro) e nulla ma davvero nulla da perdere.

      Ma forse ai soliti noti tutto ciò per il momento non va giù...

       

    Legenda Icone e Regole Forum

  • Questo topic ha risposte
    Hot topic
    Topic unread
    Questo topic non ha risposte
    Topic chiuso
    BBCode  chiuso
    HTML  aperto
    Non sei abilitato/a a rispondere a questo topic
    Non sei abilitato/a a modificare questo topic
    You don't have the permission to delete a topic
    Non sei abilitato/a ad approvare post
    Non sei abilitato/a a mettere in evidenza i topic
    Non sei abilitato/a a chiudere topic
    Non sei abilitato/a a spostare topic

Aggiungi Reputazione

Do you want to add reputation for this user by this post?

o annulla