Forum Raccontiamoci... Fitnes & Salute
  • Topic: EUTANASIA, cosa ne pensate?

    Torna ai Topics
    (0 rates)
    • 30 novembre 2012 11.57.46 CET
    • EUTANASIA, cosa ne pensate?

      Un argomento sicuramente delicato, ed è proprio per questo motivo che lo posto sul forum anche per conoscere in generale il vostro punto di vista. Letteralmente significa "dolce morte", ed è appunto di questo che si parla. Attuare o meno le ultime volontà di chi, capace di intendere e di volere, preferisce la morte invece di un'agoniata "vita" su di un letto di ospedale, in sofferenze fisiche, psicologiche sicuramente a noi incomprensibili.

      Per quanto mi riguarda siamo in democrazia, e nel momento in cui si vuol rispettare questo ambito principio della nostra carta costituzionale, ogni persona ha il diritto alla scelta. La scelta di vivere o di morire. Io personalmente trovo egoistico permettere che altre persone possano decidere per noi e possano pretendere di farci vivere in un certo modo, quando noi non lo vogliamo.

      Una persona se soffre fisicamente, ed è viva SOLO tramite l'introduzione di medicine nel proprio corpo, per quanto mi riguarda si chiama accanimento terapeutico, ne sono assocultamente contrario. La natura deve fare anche il suo corso in questi casi. Con questo non voglio assolutamente dire che la medicina non si deve utilizzare. Voglio sottolineare appunto i casi dove si vive SOLO tramite l'utilizzo di medicinali.

      NOTA: I medici prima di iniziare la loro professione devono prestare giuramento, il famoso giuramento di Ippocrate. In questo giuramento c'è un punto che dice: "Non somministrerò ad alcuno, neppure se richiesto, un farmaco mortale, né suggerirò un tale consiglio". Va bene che ci sia il giuramento per i medici, ma anche aggiornarlo un attimino, non sarebbe male. Visto che codesto documento di Ippocrate risale al IV secolo avanti cristo.

      Detto fatto, il medico giura e lui decide di non fare mai in modo che una persona muoia, anche in casi eccezionali dove c'è un accanimento nei confronti del paziente. Povera persona, spero quindi in tutta sincerità di non trovarmi mai nella posizione di NON poter scegliere per me stesso.

      Voi, cosa ne pensate? Buon proseguo su ciao aMigos.

    • 30 novembre 2012 13.00.22 CET
    • EUTANASIA, cosa ne pensate?

      Teoricamente, i tuoi argomenti sono impeccabili: siamo liberi di prendere qualsiasi decisione e nessuno dovrebbe stare nella nostra decisione.

      Il problema è che viviamo nella società e ogni scelta che facciamo, è irrilevante per l'altro e credo che non vi è alcuna decisione personale che non comporta un impegno per il nostro ambiente. Voglio dire, penso che non siamo naufraghi isolati, ma viviamo in una vita sociale e democratica in cui sono incorporati noi. Cioè, oltre a credenze religiose, che ritengo essenziale caso particolare, credo che sia un dovere di responsabilità verso la società e la corrispondenza che ci ripari.

    • 30 novembre 2012 13.23.54 CET
    • EUTANASIA, cosa ne pensate?

      Scusami Ambar, ma nel momento in cui io mi trovo su di un letto morente, ma CISSENEFREGA della società in cui vivo. Si sta parlando di Me, dei miei diritti, della mia libertà di espressione e di volontà prossima alla morte. La società che credi in quello che vuole, che faccia quello che vuole. Io rispetto tutti, tutti devono rispettare me. Se io l'accanimento terapeutico non lo voglio e non voglio stare su di un letto per il resto dei miei giorni in fin di vita, devo essere LIBERO di poterlo dire e devo essere LIBERO di decidere per me stesso.

      Post modificato da Marck89C 30 novembre 2012 13.24.13 CET"
    • 01 dicembre 2012 01.34.37 CET
    • EUTANASIA, cosa ne pensate?

      Play

      Cosa?  Rispetto??? Diritto???

      Il rispetto è anche rispettare gli altri senza metterli in condizioni di scegliere per noi.

      Se uno vuole morire nn deve chiedere agli altri di farsi togliere la vita pretendendolo come un suo diritto,ma può benissimo fare da solo.

      '' Uno vuole morire? '' bene allora prima che arrivi ad uno stato critico può pianificarsi da solo la sua fine.

       

      ( Farsi togliere la vita nn può essere chiesto come un diritto )

       

                                                                                  

                                                                                       ...GAME..OVER..

    • 01 dicembre 2012 02.21.43 CET
    • EUTANASIA, cosa ne pensate?

      L'importante è che mi diano la possibilità di poterlo fare. Se non a me, a qualcuno da me autorizzato, può essere un familiare, un medico o qualsiasi altra figura disposta a farlo. :-) 

    • 30 dicembre 2012 10.28.48 CET
    • EUTANASIA, cosa ne pensate?

      ....Io penso che la difficoltà sia accettare la "morte" come evento che circonda la nostra vita.

      Questo lo vedo nei cari. Essi, a mio parere, vivono tutte le sensazioni ed emozioni negative che adornano la "malattia" dell'uomo e, tale "malattia", la fanno propria non pensando quale straziante dolore vive l'uomo sottoposto alla "cura". Pensando secondo i loro bisogni, rispondono al malessere del proprio caro...Il vero male, credo, sorge in relazione alla difficoltà di comunicazione tra persona "malata" e chi è fonte di appagamento dei bisogni. Non credo al fatto che un uomo voglia lasciarsi morire, ma credo che è l'unico modo che ha per proteggere lui e chi vuol bene da ulteriori sofferenze... Perchè, mi domando,  l'eutanasia rimane l'ultimo "strumento" in mano alla persona malata?

      Le mie domanda sono: "Quanto si tiene in considerazione il volere della persona che soffre? Quanto la persona cara è ascoltata dal sofferente?"

      e poi "Come cambia la concezione, della persona che scopre un male, nel gruppo d'appartenenza e viceversa?"

      ed infine: "Siamo certi di saper comunicare i nostri bisogni?"


      Post modificato da Utente eliminato 30 dicembre 2012 10.47.09 CET"
    • 30 dicembre 2012 12.52.53 CET
    • EUTANASIA, cosa ne pensate?

      Certi i non certi, sicuri o non sicuri, sta a me decidere se vivere o morire. E non parlo solo nel caso in cui fossi in fin di vita. Io devo essere libero di me stesso. Nessuno dovrebbe impormi la vita, nessuno dovrebbe impormi la morte. E' una scelta che spetta solo ed esclusivamente a me. Penso tu abbia capito la mia concezione di libertà ormai. Il lusso di non DOVER morire per la sensibilità altrui, sinceramente a un certo punto va a quel paese. La persona al mio fianco se tiene a me deve capire le mie esigenze di VITA, non le sciocchezze e quindi di conseguenza assecondarmi in ogni mio vizio. Io ti amo, proprio per questo devo accettare la tua morte se tu la desideri. Il mio egoismo DEVE passare in secondo piano :-)

    • 31 dicembre 2012 01.06.57 CET
    • EUTANASIA, cosa ne pensate?

      Non contesto la tua libera scelta....anzi,quella è legittima! Contesto, più che altro, la "solitudine" della tua scelta e la "rigidità" nel concepirla.... sembra quasi che la malattia dia il permesso ad azioni estreme fuori della portata del mondo perchè, appunto, è la tua morte e si verifica una volta sola!... Anch'io sono contro l'accanimento terapeutico, ma oltre alla volontà di decidere della mia sorte, vorrei anche vedere, negli occhi dei miei cari, la serenità dettata dall'accettazione del mio pensiero! Mi piacerebbe che la morte sia un saluto dall'immagine: "la partenza di una nave su cui tutti ci saliremo prima o poi"...:) Ed è fra il calore dei miei cari che vorrei morire!

      Ovviamente è il mio pensiero!

      "La custode di mia sorella" Film...guardalo se ti va! Sarei felice di sapere cosa ne pensi!:)

    • 01 luglio 2013 08.40.26 CEST
    • EUTANASIA, cosa ne pensate?

      Non sono d'accordo, la vita non e' una scelta,

      scelgo di mangiare questo o quello,

      scelgo un colore o scelgo una macchina.

      Proprio questa illusione collettiva e triste sovrasta tutti noi dal dopoguerra, questa maniera di vedere la realta' solo razionalmente ci ha , francamente, annoiato.

      La vita non e' un luogo dove la soggettivita' la fa da leone,

      e' una serie di accadimenti e circostanze anche casuali...

      che a volte non sono sotto il nostro potere

      , il solo fatto che viviamo gregariamente in "gruppo" , nelle citta', nei comuni o in ambiti piu ristretti ma comunque nella societa',

      determina regole e leggi tacite anche... che impediscono di relativizzare tutto.

      Relativizzare significa avere la convinzione di essere i proprietari di qualsiasi azione o pensiero ci frulli nella mente

      senza riconoscere un minimo valore alla natura di ogni cosa, all'"antefatto storico" a chi siamo...

      Noi non siamo solo frutto di una decisione , di un calcolo o di un "quadro" ragionato

      siamo anche la casualita', l'accidente...il non-previsto, l'irrazionale, il sentimento, il dubbio , la paura, l'angoscia...la felicita'.

      Tutto questo non e' " ragione" ma una zona di noi non conosciuta e non identificabile,

      si possono intuire delle piccole verita' osservando tutti, ma non ruscirai mai ad esprimere una " regola" o una legge"

      giusta per ognuno.

      Ognuno di noi e' un pianeta a se', fatto di mille sfumature e toni di colore.

      Ridurre tutto a " decido io della mia vita" e'...

      non aver capito proprio niente della vita, della morte...delle persone.

      Post modificato da BEEERGx 01 luglio 2013 08.42.19 CEST"
    • 02 luglio 2013 04.27.41 CEST
    • EUTANASIA, cosa ne pensate?

      Ma cosa vuol dire la vita non è una scelta?
      Sicuramente non è una nostra scelta venire al mondo, ma ad un certo punto viviamo facendo delle scelte.
      Se sono figlio di un ladro, non è che per forza debba diventare un ladro anche io.
      E fortunatamente non esistono delle verità assolute, l'uomo vive con la capacità di ribellarsi ed asseccondare gli eventi.
      L'uomo ad un certo punto della sua esistenza ha scoperto che poteva curarsi dai suoi malesseri, ha scoperto che con l'ausilio di medicinali e cure poteva spostare un po' il limite che la natura in qualche maniera gli imponeva.
      Il fatto di curarsi è una scelta.
      Quindi se ho la possibilità di scegliere di curarmi per vivere un po' di più, perché è così scandaloso, così immorale decidere di non curarmi e morire?
      Posso prendere questa decisione quando sono ancora in grado di farlo, oppure posso sperare che qualcuno lo faccia al posto mio.
      Posso mettermi a pregare e sperare di guarire, oppure posso accettare serenamente di morire.

      Chi fa un lavoro pericoloso, non decide forse a suo rischio e pericolo di morire da un momento all'altro?

      Non sono per niente d'accordo che se uno pensa di poter decidere da se, cosa fare della propria VITA, sia una persona che non ha capito nulla.
      Ma dove sta scritto che mi debba per forza assoggettare a delle regole fisse e inderogabili!
      L' esistenza dell'uomo è un continuo adattarsi e disadattarsi. Non esistono verità assolute, tutto è relativo.
    • 02 luglio 2013 07.50.12 CEST
    • EUTANASIA, cosa ne pensate?

       

      La vita non e' una scelta ed e' facilissimo da dimostrare.

      Nessuno puo' smentire questa affermazione, anche tu lo ammetti all'inizio del tuo intervento.

      e anche tu , contradditoriamente, devi riconocere l'esistenza di una verita' assoluta.

      Se noi non abbiamo la facolta' di scegliere di venire al mondo e siccome " tutto" inizia da li io posso tranquillamente affermare che e' una verita' assoluta.

      Quindi le verita' assolute, in natura esistono , una e' questa:

      "Nessuno di noi sceglie di vivere".

      Primo assioma: In natura esistono verita' assolute e non relative.

      Io sono un uomo , una pianta e' una pianta e una capra e' una capra, un virus e' sempre un virus e il cielo e' sempre in alto in riferimento alla sua verticale.

      secondo assioma: Noi non siamo quello che vogliamo, siamo quel che la natura ha deciso, in natura esistono le "regole"

      Se in natura esistono verita' assolute, tu non puoi iniziare il tuo discorso appoggiandoti al fatto che non vi sono.

      E poi, se ci pensi bene e fai una riflessione slegata dalle tue convinzioni, dalle quali forse un giorno ti libererai...

      proprio la possibilita' di "scegliere"

      e' la causa principale dei guai peggiori dell'umanita'.

       

       

       

    • 02 luglio 2013 09.40.06 CEST
    • EUTANASIA, cosa ne pensate?

      È semplicemente fantastica la tua ultima affermazione.
      Sembra quasi che è meglio vivere in una dittatura, meglio non avere possibilità di scelta, far scegliere a qualcun'altro al posto nostro.
      Pensa quale stupida possibilità sia aver "inventato" Internet.
      Pensa a che altra stupida possibilità sia la medicina, se un virus ci fa ammalare abbiamo la possibilità di curarci, o forse vuoi dirci che la natura ha già deciso per Noi, e quindi dobbiamo morire tranquilli.
      Continui a dire che noi non siamo quello che vogliamo, in effetti se appena nato ti avessimo messo in mezzo alla giungla, sicuramente avresti raggiunto lo stesso grado di cultura che hai adesso, oppure per dirla in maniera grezza TU sei nato già "IMPARATO".

      Fino ad un attimo prima di morire abbiamo la possibilità di scegliere, ed è questo che ci distingue da una pianta o da un animale.

      Caro BEEERGx forse sei tu che devi liberarti delle tue convinzioni.
      Buona Vita :-)
    • 04 luglio 2013 20.45.11 CEST
    • EUTANASIA, cosa ne pensate?

      Ottima scelta.

      Complimenti Beergx, vedo che preferisci imporre sempre il tuo saccente pensiero.

      Anche queste Sono scelte.

      Saluti

       

      • La mia vita ha un valore e quel valore glielo do io con le mie scelte e con il coraggio delle mie decisioni. (da "E' una vita che ti aspetto - Fabio Volo)
         
         
      Post modificato da fabripol 04 luglio 2013 20.59.58 CEST"

    Legenda Icone e Regole Forum

  • Questo topic ha risposte
    Hot topic
    Topic unread
    Questo topic non ha risposte
    Topic chiuso
    BBCode  chiuso
    HTML  aperto
    Non sei abilitato/a a rispondere a questo topic
    Non sei abilitato/a a modificare questo topic
    You don't have the permission to delete a topic
    Non sei abilitato/a ad approvare post
    Non sei abilitato/a a mettere in evidenza i topic
    Non sei abilitato/a a chiudere topic
    Non sei abilitato/a a spostare topic

Aggiungi Reputazione

Do you want to add reputation for this user by this post?

o annulla