Forum Raccontiamoci... Sesso... Istruzioni per l'Uso
  • Topic: ...AVETE CAPITO? Si tratta di un vero e proprio bisogno fisico

    Torna ai Topics
    (0 rates)
    • 21 maggio 2009 18.50.17 CEST
    • ...AVETE CAPITO? Si tratta di un vero e proprio bisogno fisico

      DA http://www.alfemminile.com/scheda/coppia/f6496-la-masturbazione-maschile.html

       

      La masturbazione maschile

       

      Appagamento fisico, migliore circolazione sanguigna, prevenzione dell’eiaculazione precoce... la masturbazione fa bene alla salute ma è soprattutto promessa di grandi piaceri. Vediamo come. 

      I luoghi comuni
      I nostri antenati affermavano che la masturbazione rendeva sordi, ciechi, che diminuiva le dimensioni del pene... Tutto cio’ per dissuadere gli uomini dal praticarla. Secondo loro, masturbarsi diminuiva la capacità di riprodursi, in quanto con essa si « sprecava » lo sperma, che si pensava limitato nell’uomo. Tiriamo un sospiro di sollievo: questi luoghi comuni sono completamente falsi. Il 90% degli uomini si masturba regolarmente e sta benissimo!

      Bisogno fisico o puro piacere?

      Non andare nel panico se lo sorprendi in piena azione sotto la doccia, non significa che sia frustrato. L’uomo si masturba per raggiungere l’orgasmo e liberarsi dalle tensioni sessuali, ma non solo. Si tratta di un vero e proprio bisogno fisico. Ripassino di biologia: gli organi sessuali dell’uomo producono e accumulano sperma. Dopo alcuni giorni il corpo vuole espellere questo sperma per fare posto a quello « fresco ». 

      L'eiaculazione
      Il modo in cui il tuo uomo si masturba ha conseguenze dirette sulla sua sessualità. Una masturbazione troppo rapida provoca spesso problemi di eiaculazione precoce, quindi meglio non avere fretta. Sin dall’adolescenza, l’uomo deve concedersi il tempo di scoprire il proprio corpo per essere in grado di controllare l’eiaculazione. Imparando a conoscersi, migliora la sua capacità di eiaculare e le performances in generale...

      Lubrificare

      Saliva, gel lubrificante, latte idratante... Scegli quello che preferisci e lubrifica il sesso del tuo uomo affinché la masturbazione si avvicini il più possibile a cio’ che sente durante la penetrazione. Pensaci soprattutto se il tuo lui è circonciso: senza opportuna lubrificazione ci sono rischi di irritazione. 

      La tecnica
      Metti la mano intorno al pene in erezione del tuo compagno. Tienilo bene senza stringere troppo. Accarezza il membro dall’alto verso il basso e scopri il movimento e la pressione che gli procurano più sensazioni. Non esitare a stimolare i testicoli al tempo stesso, alcuni uomini ne vanno matti. L’eccitazione sale e senti che sta per raggiungere l’orgasmo? Accelera il movimento se vuoi che finisca in fretta o rallenta per prolungare il piacere. Il pene diventa molto sensibile dopo l’eiaculazione quindi smetti di stimolarlo.

      Masturbare il proprio uomo

      Dal punto di vista fisico e psicologico, gli uomini trovano questa pratica estremamente eccitante. Come preliminare o per raggiungere l’orgasmo ecco alcune tecniche « internazionali »:
      - la spagnola: l’uomo mette il sesso in erezione tra i tuoi seni ed effettua un movimento ondulatorio. Un consiglio: avvicinare al massimo i seni per stringere bene il pene.
      - la greca: senza penetrazione, l’uomo fa scivolare il sesso tra le tue natiche.
      - la tailandese: il tuo amante tiene i tuoi piedi attorno al suo sesso e muove il bacino. Non per forza il metodo più efficace ma viene molto apprezzato dai feticisti. 
       
      BASTA CHE NON DITE PIU' CHE SIAMO SEGAIOLI FIUFIU
      BAIBAI
    • 21 maggio 2009 21.39.28 CEST
    • ...AVETE CAPITO? Si tratta di un vero e proprio bisogno fisico

      HAHAHAHAH GIOCA-OSCAR ....COME SI FA'???? A ME ME LE HANNO SEMPRE FATTE....ASHASHHSAHSAH........ecco questo sono io...alle prime armi.....sapessi che goduria! Sembravo di ghiaccio.....sahhshsahsa esci che vado a fare l'amore con la mia fidanzata...vah'..<<<<<<CARLO AL PRIMO APPROCCIO ORMO-SENSORIALE...n.b. andai a Casablanca dopo un anno..... P_P...ERA MEGLIO AVERE IL PENE....MI DIVERTIVO DI PIU' A MENARE........ASHHASHSAHSAHSAHSAHSA...CIAùùùùùùùùùùù

    • 22 maggio 2009 09.39.05 CEST
    • ...AVETE CAPITO? Si tratta di un vero e proprio bisogno fisico

                                                                                                              

      Cunnilingus: guida x lui

      Come praticare un Cunnilinguus da Oscar ( e qui ci aggiungo...ahahahahahah )


      Le posizioni

      Le migliori sono quelle dove i due corpi si trovano lungo la stessa direzione, in modo che la lingua possa leccare per bene il cappuccetto (rosso) e l’asta del clitoride, infatti è anche più facile tirare giù la pelle che lo ricopre (appunto il cappuccetto) e lasciare scoperta la sua testolina clitoridea quando si avvicina il momento fatidico dell’orgasmo (alcune donne amano questo “gesto tecnico”, provateci una volta acquisita una certa esperienza).

      La posizione del cenacolo.

      La più banale. Immaginate lei sdraiata sulla sua schiena e voi con la testa fra le sue gambe, le quali si arrampicheranno dietro la vostra di schiena, scodinzolando come la coda di una bella cagnolina in calore. Da questa posizione, detta del cenacolo perché ti puoi fare una grande abbuffata di figa, avrai accesso facilmente a tutta la zona “vulvale”. Lo svantaggio è che dovendo alzare gli occhi per guardarla godere, dopo un po’ ci si stanca il collo.

      La posizione del Bel Angioletto

      Immaginate che lei sia distesa su un fianco, e voi con la vostra testa siete lì fra le sue gambe (non al contrario! Sempre rivolti dallo stesso lato (non è un 69)). Il vantaggio di questa posizione è che potete usare una sua bella coscia da pollastrella come cuscino. Lo svantaggio è che non avrete lo stesso controllo totale della posizione precedente. Il consiglio è quello di cominciare col cenacolo, e quando sarete stanchi e il suo clitoride sarà sensibile ed eccitato a puntino, riposatevi fra le sue dolcezze.

      Attenzione: Se la vostra donna pesa 180 kili per centimetro quadrato, questa posizione potrebbe uccidervi!

      La posizione della panchina.

      Ora immaginate di essere voi sdraiati sulla schiena e lei “seduta” sulla vostra faccia. Attenti che per seduta non si intende che si lasci completamente andare sulla vostra faccia da culo. Potrebbe anche solo mettersi a quattro zampe e voi potreste risalire la scalata verso la sua intimità con cuscini ben posizionati sotto il vostro collo.

      Il 69

      Questa è l’unica posizione inversa che vedremo. Di solito l’allineamento non è ottimale, ma con un po’ di pratica andrete alla grande. Per galanteria si lascia che sia la donna a stare sopra, sia perché di norma i maschi pesano di più, sia perché, distratti dal lavoro che le farete, rischiate di spingerglielo troppo in gola. (per chi non lo sapesse, con 69 si intende, lei che vi succhia il pipolo mentre voi le leccate la piccolina). Sono molto utili i cuscini sotto al collo per evitare di rimanere “incriccati” per giorni.

       

       

      Le basi

      Dopo aver scelto la posizione migliore, è il momento di discutere delle vere basi del cunnilingus!

      La saliva

      Come vi avevamo anticipato nell’articolo PRECEDENTE, la saliva è importantissima per evitare l’attrito col clitoride. Ricordate quindi sempre di insalivare per bene la lingua quando si avvicina per la prima volta alla pipillina. La cosa più importante da fare è non deglutire mai e non lasciare che la saliva vi resti in bocca. Basterà semplicemente farla colare in modo naturale dalle vostre labbra. Così facendo eviterete anche il fastidio di trovarvi peli pubici in bocca, perché una volta entrati seguiranno il flusso della “corrente” e riusciranno all’esterno. Solo i pivelli si fermano per toglierseli con le dita. E voi ormai non siete più dei pivelli!

      Scopalingua!

      Se volete penetrare la sua rosa con la lingua, una buona posizione che lei può usare è quella del cenacolo o anche di appoggiare direttamente i piedi sulle vostre spalle. In questa posizione la vagina sarà esposta come mai prima di allora e sarà il momento giusto per provare a inserirci la lingua. Ricordate che non dovete spingere la lingua fino alle ovaie. Al massimo entrerà per qualche centimetro. I primi centimetri della vagina sono quelli che effettivamente donano le migliori sensazioni. Molti non lo sanno, ma solo i primi cm di vagina sono veramente sensibili.

      Separare le labbra

      Come un simpatico maniaco, per accedere alle sue più dolci profondità, dovrete allargarle le grandi labbra. In questo modo potrete donarle un mare di nuove sensazioni che prima potevano essere attutite dalla materna difesa delle grandi labbra per le parti più intime. Se non sapete cosa sono le grandi labbra, chiedete a lei di tenerle allargate, e siccome è una cosa che può risultare molto eccitante… potete anche far finta di non sapere quali sono, e magari chiederle di guidarvi la testa con l’altra mano.

      L’autostrada della figa

      Non bisogna mai dimenticare di baciare e leccare le grandi labbra. Spesso sono più grosse di tutto il resto ed è quindi il caso di non farle incazzare. Una cosa molto piacevole è leccarle i solchi fra le labbra, su e giù. Come se percorreste la A1 diretta verso il suo piacere. E’ anche un ottimo modo per tenerla ben pulita; potreste usare questa scusa per convincerla a farsela leccare.

      Il monte divino

      Una cosa da tenere a mente, soprattutto all’inizio della “stimolazione figale”, è che un ottimo metodo per rilassare la dolce compagna di giochi, è accarezzare con movimenti circolari il suo monte di venere ( si trova subito sopra la farfallina, dove ci sono la maggior parte dei peli pubici) mentre vi accingete a leccargliela. Anche stendere leggermente la pelle è una cosa piacevole, ma attenti a non strapparle nessun pelo.

      E le piccole labbra?

      In alcune donne, le piccole labbra sono molto prominenti all’altezza dell’apertura vaginale; sono come dei prolungamenti che può essere divertente succhiare e tendere leggermente. Però non è sempre una cosa gradita e sarebbe cosa buona e giusta chiedere alla proprietaria.

      “Aiuto! Sono alle prime armi e non riesco a trovare queste piccole labbra da succhiare, dove diavolo le ha nascoste?”

      Prima regola delle vagine: Non sono tutte uguali. E non si parla solo di colore della pelle, ma soprattutto di forma. Ci sono molte caratteristiche che variano da donna a donna e la più evidente è proprio la proporzione delle labbra. Alcune donne hanno grandi labbra molto piccole, e piccole molto grandi, o viceversa…oppure sia le grandi che le piccole grandi, o sia le grandi che le piccole piccole… va beh, mi sono inceppato anche io, cmq l’importante è  tenere a mente che ogni donna ha il suo personale dolce scrigno. Tu sei il cavaliere che ambisce a scoprire quello scrigno, così come una donna è la principessa che ambisce a scoprire il tuo scettro! Non sembra, ma il sesso è una cosa molto regale.

       

       

      Il Clitoride

      Il clitoride (B, nella foto chiaramente fregata da Wikipedia. A è la vagina.) è il corrispettivo del pisello nei maschietti, ma attenti a non considerarlo come tale. Tanto per cominciare è quasi sempre sconsigliato iniziare a leccarla partendo da lì. Molto spesso le donne preferiscono prima essere stimolate altrove per poi fare visita al simpatico amico.

      Varia da donna a donna il modo e la posizione esatta dove “attaccarlo”. Alcune preferiscono che vi limitiate alla zona adiacente, altre preferiscono una stimolazione molto più diretta. Cercate di scoprirlo anche in base alle sue reazioni.

      Ma come è fatto?

      Niente di incredibile. E’ una piccola asticella di materiale erettile sovrastata da un piccolo cappuccio. L’asta di solito è lunga fra uno a due centimetri e mezzo, mentre il cappuccetto può variare dalle dimensioni di una punta di penna a quelle di punta di mignolo femminile. Importante tenere a mente quanto segue: le dimensioni non sono proporzionali alla sensibilità. Sono cose totalmente diverse. Un clitoride più grande non significa che sia più sensibile e viceversa.

      Cosa gli devo fare?

      Questo dipende molto dai desideri della vostra bella addormentata nel bosco. Se però è una ragazza timida e non sa come farvi capire che dovete baciargliela, succhiargliela, leccare in su e giù, leccare da destra a sinistra, ecc… potete provare questo metodo brevettato da La Rivista: tenetevi per mano.

      Se state facendo qualcosa che le piace e vuole che continuiate, chiedetele di stringere; e poiché molto spesso è questione di lato (alcune donne preferiscono essere leccate su un lato specifico della loro pudenda), per farvi indirizzare sul quello giusto chiedetele di sollevare una gamba in modo che spinga la testa nella giusta posizione. Bisogna anche capire se preferisce movimenti sempre più intensi, oppure movimenti che restino costanti. Quindi attenti alla sua mano, o alle sue parole se è più spigliata.

      La patata bollente

      Notate (se ci riuscite) che se lei è molto eccitata, la parte del clitoride e attorno ad esso, può iniziare a “pulsare” dal piacere. Siccome siete uomini, potreste pensare che se pulsa così per quello che fate, pulserà il doppio se andate il doppio più veloce. Per l’amor di Dio… NON FATELO! La sua patatina reagisce così per quella particolare costanza di movimento che voi NON dovete cambiare. Semplicemente, continuate così che state andando alla grande.

      Il bacio clitorideo.

      Provate a poggiare le vostre labbra attorno al suo clitoride e a succhiare l’aria verso l’alto. Iniziate quindi a “pomparlo” su e giù e scoprite quali reazioni le comporta.

      Note importanti

      La sensibilità del suo clitoride può variare enormemente a seconda del periodo del ciclo. Può darsi che poco prima delle mestruazioni preferisca non essere stimolata proprio lì, o che due settimane dopo voglia che glielo mangiate vivo a morsi.

      Tenete a mente che se lei inizia ad avere convulsioni e fremiti improvvisi appena vi avvicinate al suo clitoriduccio, probabilmente è troppo presto. Allontanatevi e tornateci dopo un po’, quando sarà più pronto alla stimolazione.

       

       

      Il momento dell’orgasmo è decisivo

      Se state facendo un buon lavoro, o anche se lo state facendo una chiavica, lei prima o poi arriverà. E’ quasi impossibile che una figa non venga con il sesso orale. Quando ciò accade, fate caso a come cambia la sua vulva. Spesso il clitoride se ne rientra, come se volesse prepararsi all’esplosione. Provate allora a succhiarlo verso l’esterno! E’ un tocco di classe che potrebbe farvi guadagnare il premio di miglior leccapatate sulla piazza. Però ora non aspettatevi che accada per forza, né preoccupatevi di doverlo fare per forza, siate sempre molto sciolti in questa pratica. Mille volte meglio che vi lasciate andare, piuttosto che fare operazioni meccaniche. Poi vedrete che col tempo, e la pratica (quindi leccategliela SPESSO) diventerete professionisti.
      Un’altra cosa da fare mentre è lì lì per venire è premerle con un dito l’ingresso del sedere. Non è necessario che ce lo infiliate dentro, basterà anche solo la pressione esterna. Potrebbe apprezzare davvero molto!


      Le regole d’ORO del cunnilingus

      Segnate queste regole sul vostro taccuino, sul vostro cellulare, nella vostra agenda, scrivetevelo sulle mani, sulle sue mutande, scrivetevelo sullo specchio, sul televisore, sul cuscino… insomma cercate di tenere a mente quanto segue.

       

      Non credete  che alla vagina piaccia essere trattata come a voi piace che vi trattino l’uccello.
      Dimenticate tutto quello che sapete sul sesso orale se lo avete appreso dai film porno; lì è fatto sempre a favore di cameraman e non di pornostar.
      Un amante mediocre parte alla carica e sa sempre quello che deve fare; un amante esperto sa chiedere alla proprietaria come preferisce che venga trattata la sua pescia
       

       

      p.s. eheheh...almeno qui nn avrete l'ansia ....DELLE MISURE...!!

           ( fiufiufiuuuuuuuuuuuuuuuu)

            BAIBAI..Mister ...e' sempre un piacere.....ahahhah  ( forse )..

                      

                                       Miss....Kattyvella...

    • 22 maggio 2009 09.58.29 CEST
    • ...AVETE CAPITO? Si tratta di un vero e proprio bisogno fisico

      Ciao Kattivella, ma la foto e' un autoscatto ???? (hehehehehe)

      In ogni caso, per me e' il piu' bel mondo in cui vivere!

      Ciaoooooo

      Renato - primodisette

       

      PS: VOGLIO UNA PANCHINAAAAAAAAAA!!!!

       

    • 22 maggio 2009 10.35.06 CEST
    • ...AVETE CAPITO? Si tratta di un vero e proprio bisogno fisico

       

       

      ehehhhe Primo....no nooo ..ma dai kome fai a prenderlo per un'autoscatto???????????

      AZZ...ma LE MIE MANI SONO MOLTOOOO MEGLIOOOOO..!!!

      ......GGGGRRRRRRRRRRR

      AHAHAHHHHAAHAHAH .....ecco,,,ALLORA IMPARATE L'ARTE..

      ( ma nn mettela da parte)....E USATELAAAAAA....

                   

                               CIAO.........Katty....

    • 22 maggio 2009 20.55.56 CEST
    • ...AVETE CAPITO? Si tratta di un vero e proprio bisogno fisico

      Allora... prendere sei metrri di lingua e tenerla a riposo per 15 minuti sotto uno strato di birra rossa in modo che diventi frizzantina...far decantare scivolando giù dal lobo sinistro lungo la linea bimammellare e scegliere prima un capezzolo e poi l'altro, quindi , dopo un movimento rotatorio sul capezzolo destro, sinistro per i mancini, dirigersi verso l'ombelico, sterzare  lentamente verso una delle creste iliache, complanare sinistra, la seconda a destra...Da lì dritti verso la pista sciistica del monte di venere...Una volta a destinazione...prendete una ventina di minuti di pausa...La donna dico...Sarebbe opportuno evitare di titare su per i capelli, onde non provocare certi smottamenti (vi sbatto come i polpi)! Giunti tra le cosce al numero civico 16, risalire e ridiscendere il pendio...Ripetere l'operazione con movimenti alternati di forza e profondità...Il lavoro può considerarsi concluso quando si sente una pressione delle cosce verso l'interno con annesso..."ossignur "(a seconda delle lingue)...

      PRATICATE, GENTE, PRATICATE...

       

      Si consiglia alla donna di fumarsi una sigaretta durante il trattamento...

       

      SMUAH

    • 23 maggio 2009 14.33.37 CEST
    • ...AVETE CAPITO? Si tratta di un vero e proprio bisogno fisico

      Quando si andava a caccia di passere armati fino ai denti....

       

      Cosi' ero a 25 anni, e riducevo le donne cosi':

       

      MODESTIA A PARTE!!!!!!

      hahahahahahahaha

      Ciao a tutti, buon weekend.

      Renato - primodisette

       

       

       

       

       

       

    • 23 maggio 2009 16.35.56 CEST
    • ...AVETE CAPITO? Si tratta di un vero e proprio bisogno fisico

      SIKURAMENTE MENTRE GUIDA L'AUTO....FERMI AD UN SEMAFORO,DOVE L 'AUTISTA DEL PULMAN KE TI PASSA AKKANTOSI FERMA ANKE SE HA IL SEMAFORO VERDE....E VIA KOSI FINO AL SEKONDO SEMAFORO...HIHIIHIHIH

    • 06 ottobre 2009 18.09.18 CEST
    • ...AVETE CAPITO? Si tratta di un vero e proprio bisogno fisico

      ...trattare il clitoride come se fosse un modellino da assemblare...

      nessun manuale, nessuna guida...solo passione...dedizione...abnegazione

      PS x Kattivella....si vede che non ne hai mai avuta una in bocca...

       

      Max

    Legenda Icone e Regole Forum

  • Questo topic ha risposte
    Hot topic
    Topic unread
    Questo topic non ha risposte
    Topic chiuso
    BBCode  chiuso
    HTML  aperto
    Non sei abilitato/a a rispondere a questo topic
    Non sei abilitato/a a modificare questo topic
    You don't have the permission to delete a topic
    Non sei abilitato/a ad approvare post
    Non sei abilitato/a a mettere in evidenza i topic
    Non sei abilitato/a a chiudere topic
    Non sei abilitato/a a spostare topic

Aggiungi Reputazione

Do you want to add reputation for this user by this post?

o annulla