Agli Altri Piace Anche

Altri Video Gruppo

INTERMINABILE AMORE » Video » I Signori del Calcio - Javier Zanetti

I Signori del Calcio - Javier Zanetti

Postato da INTERMINABILE AMORE
Javier Adelmar Zanetti (Buenos Aires, 10 agosto 1973) è un calciatore argentino, difensore e centrocampista dell'Inter e della Nazionale argentina.

È capitano dell'Inter, squadra in cui milita dal 1995. Detiene il record di presenze con la sua Nazionale, nella quale milita dal 1994, e di presenze consecutive con la maglia dell'Inter. Ha partecipato a due Mondiali, nel 1998 e
2002 e ad un'Olimpiade, nel 1996. Inoltre, è nella top 10 dei giocatori che hanno disputato più partite in Serie A.

Nato come esterno destro di centrocampo oppure difensore esterno di difesa, nella sua lunga carriera Zanetti è stato un vero e proprio "jolly", avendo giocato in quasi tutti i ruoli possibili in difesa e a centrocampo. Consolidatosi
centrocampista centrale prima con Mancini e poi con Mourinho pur non possedendo la visione di gioco di in regista puro, risulta puntuale in fase difensiva, e nel recupero di palloni. Dotato di eccellenti doti fisiche, tra cui
resistenza e velocità, e di un buon bagaglio tecnico.

Discendente di emigrati italiani, Zanetti esordì nel mondo del calcio nel 1991, anno in cui il Talleres, la squadra in cui militava, lo schierò titolare nel campionato giovanile. L'anno successivo passò in prima squadra, sommando 17 presenze e siglando una rete. Nel 1993 approdò nella massima serie, al Banfield, con cui giocò 37 partite segnando una rete. Dopo un'altra stagione con gli argentini (29 presenze e tre gol), fu acquistato dall'Inter, voluto dal presidente Massimo Moratti dopo segnalazione di Antonio Valentin Angelillo.

Esordì in Serie A il 27 agosto 1995 in occasione di una partita contro il Vicenza, vinta dalla sua nuova squadra. Le 32 partite disputate ed i 2 gol segnati lo portarono a essere titolare inamovibile dei nerazzurri di Milano, di cui è diventato anche capitano dopo il ritiro di Giuseppe Bergomi.

Vicino a vestire la maglia del Real Madrid nel 2000 in seguito ad incomprensioni con l'allora allenatore Marco Tardelli, negli anni si è dimostrato un giocatore attaccatissimo alla maglia nerazzurra dando sempre tutto in campo; fece, infatti, impressione il suo pianto dopo l'eliminazione nella semifinale della Champions League 2002-2003 ad opera del Milan dopo due pareggi. Il 10 agosto ha rinnovato fino al 2013 il contratto con il club milanese.

Con l'Inter ha vinto cinque scudetti (2005-2006 a tavolino, 2006-2007, 2007-2008, 2008-2009, 2009-2010), tre Coppe Italia (2004-2005, 2005-2006 e 2009-2010), quattro Supercoppe italiane (2005, 2006, 2008 e 2010), la Coppa UEFA 1997-1998 (la cui finale contro la Lazio, vinta 3-0, in cui ha anche segnato un gol, ha dichiarato essere stata la partita più bella della sua carriera) e infine la Champions League 2009-2010. Risulta il giocatore ed il capitano più vincente nella storia della squadra interista.
È poi secondo nella classifica di presenze di tutti i tempi con la maglia dell'Inter: il 22 maggio 2010, proprio in occasione della finale di Champions League 2009-2010 vinta per 2-0 sul Bayern Monaco, ne ha totalizzate 700, dietro al solo Giuseppe Bergomi, a quota 758. Con 504 presenze in Serie A al termine del campionato 2009-2010, è anche primo fra i giocatori non nati in Italia (decimo in assoluto e primo in attività) e primo fra quelli che non hanno militato nella Nazionale italiana; conta inoltre 132 presenze nelle Coppe europee, 59 in Coppa Italia, 5 in Supercoppa italiana e 3 negli spareggi UEFA contro Bologna e Parma al termine delle stagioni 1998-1999 e 1999-2000.

Nella sfida contro il Livorno, giocata il 24 marzo 2010 e vinta dalla sua squadra per 3-0, ha giocato la 137ª gara consecutiva in Serie A, per un totale di 12.707 minuti (92,75 a partita). La striscia di presenze consecutive è cominciata il 28 ottobre 2006 durante il derby di andata con il Milan, vinto per 3-4 dall'Inter. Ha poi messo a referto 30 partite nel 2006-2007, 38 nel 2007-2008, 38 nel 2008-2009 e 31 nel 2009-2010. Il 16 aprile 2010 (giorno di Inter-Juventus 2-0) ha disputato la 500ª partita in Serie A.

Ha cantato Parole parole con Mina nell'album Todavia del 2007 ed è stato uno degli interpreti dell'inno Pazza Inter, cantato dai giocatori nerazzurri.

Insieme alla moglie Paula ha creato la Fundación P.U.P.I., organizzazione non profit che si occupa del sostegno economico dei bambini disagiati e delle loro famiglie nella zona di Buenos Aires. Per l'attività della Fundación nel 2005 l'ufficio di presidenza del consiglio comunale di Milano gli ha conferito l'Ambrogino d'oro. Zanetti è anche ambasciatore di SOS Villaggi dei Bambini, associazione ONLUS per i diritti dell'infanzia.
Postato 30 marzo 2014 - 0 commenti - 1.051 visite - a 1 piace
clicca per votare
0 commenti